More

    Yoshida parla degli errori commessi con No Man’s Sky

    Durante il Tokyo Game Show, Shuhei Yoshida si è espresso in merito al caso di No Man’s Sky.

    Il presidente di Sony Worldwide Studios, infatti, ha dichiarato “Ho avuto l’opportunità di giocare a No Man’s Sky poco prima del lancio e ho rincominciato al lancio del gioco, con la patch day one. In questo modo ho potuto vedere la lotta degli sviluppatori per avere il prodotto che desideravano” per poi aggiungere “Capisco alcune delle critiche che sta ricevendo Sean Murray perché sembrava che ci sarebbero state più caratteristiche già dal primo giorno. Non c’è stata una grande strategia di PR, perché non aveva un addetto PR ad aiutarlo; alla fine si stratta di uno sviluppatore indipendente. Il loro obiettivo è continuare a lavorare su No Man’s Sky e non vedo l’ora di continuare a giocare”.

    No Man's Sky

    Articoli recenti

    Il viaggio di Gamesquare.it è giunto al termine

    Gamesquare.it è arrivato alla fine del suo viaggio, è stata una bellissima esperienza, ma per varie motivazioni ci vediamo costretti a chiudere.

    Recensione Shining Resonance Refrain

    Shining Resonance Refrain ci mette alla guida di Yuma, ragazzo dentro il quale risiede lo spirito di un dragone, con il quale ci avventureremo in una storia piena di lacrime e sorrisi.

    Recensione Moonlighter – Il prezzo è giusto

    La nostra recensione di Moonlighter, rivoluzionario action RPG di Digital Sun e 11 bit Studios che ci metterà nei panni di uno strano avventuriero.

    I migliori 10 jRPG retrò

    Siete curiosi di vedere com'erano i jRPG fino a pochi anni fa? Con questa top 10 potrete rivivere gli anni d'oro del genere!

    Recensione The Spectrum Retreat

    La nostra recensione di The Spectrum Retreat, clasutrofobico puzzle game partorito dalla giovane e promettente mente di Dan Smith

    Dettagli sulla settima stagione di For Honor

    Sarà a breve disponibile la settima stagione di For Honor, ricca di novità e miglioramenti vari.
    Fabrizio Rizzo
    Fabrizio Rizzo
    Accanito videogiocatore da quando aveva tre anni, InkWolf ama studiare l'arte che si cela dietro lo sviluppo di un gioco, così come l'applicazione di innovative o peculiari pratiche di game design. InkWolf è profondamente legato a molti generi, giochi e sviluppatori diversi. Il suo sogno è quello di salire sul palco dell'E3 per presentare un suo progetto...un giorno...