More

    Videogiochi tascabili

    Angry Birds Speciale

    In un mondo videoludico che è all’apice del successo a livello globale, sono sempre più popolari le tipologie di videogiocatori che a me piace definire “mordi e fuggi”, quelli che in una pausa caffè amano giochicchiare con i propri smartphone o tablet di ultima generazione (e non).
    Per noi videogiocatori definiti “Hardcore Gamer” giocare seriamente con uno smartphone sembra un’eresia, ma è veramente impossibile che uno smartphone o tablet che sia possa offrire un’esperienza videoludica paragonabile a quella dei giochi per console fisse o PC?

    smartphone Speciale

    Maledetti Uccelli!

    Tralasciando il titolo decisamente ambiguo probabilmente avrete già capito a che videogioco, o per meglio dire saga videoludica, mi sto riferendo.
    Angry Birds è stato uno dei capostipiti dei videogiochi portatili, un must have per tutti i possessori di smartphone, anche non all’avanguardia, grazie alla sua leggerezza in termini di risorse.
    Sicuramente Angry Birds rientra nella categoria casual games, probabilmente il suo successo è dovuto alla facilità di utilizzo ed al fatto che non richiede chissà quanto tempo per essere godibile.
    Questo gioco, che ho appena citato, è solo una citazione per collegarmi al discorso che stavo facendo prima.
    Sicuramente sul Play Store, Marketplace o sull’App Store (rispettivamente i market di Android, Windows Phone e iOS) sono disponibili decine di migliaia di giochi spazzatura, ma in mezzo a questa spazzatura qualche cosa si salva anche per noi “Hardcore Gamer”.
    Stanno prendendo piede diversi porting di titoli disponibili in precedenza su PS2 o addirittura PC, uno ovviamente potrebbe obiettare dicendo che giocare ad un Grand Theft Auto con dei comandi touch è come giocare Dark Souls 2 con la chitarra di Guitar Hero (ogni riferimento è puramente casuale) e non posso che dargli ragione, ma io potrei rispondere dicendo che ormai in ogni negozio di elettronica si trovano diverse tipologie di controller per smartphone i quali, infilandoci letteralmente il dispositivo all’interno, aggiungono dei tasti come un vero e proprio controller.
    Da non molto sono cominciati ad uscire anche diversi titoli MMORPG e MOBA di buonissimo livello, soprattutto se giocati su tablet High End per godere al massimo dell’esperienza offerta dal prodotto.
    Un genere che secondo me ha grandissime potenzialità su questi dispositivi è lo strategico a turni, infatti grazie al touch screen potremo comandare le nostre unità con una precisione elevata senza distruggerci il tunnel carpale.

    smartphone Speciale 2

    “Ma quindi il gaming su smartphone sostituirà quello tradizionale?!?”

    Questa è una domanda che in molti si pongono e a cui cercherò di dare una risposta.
    La prima cosa che bisogna analizzare è quale tipo di gaming tradizionale si intende, se si intende quello su console e PC la risposta è no.
    Gli smartphone e tablet sono indirizzati verso quel pubblico di giocatori che vogliono fare una partitella veloce tra un cambio dell’ora e l’altra o mentre si sta vedendo un film e comincia la pubblicità, per fare due esempi concreti.
    I veri gamer non sostituirebbero mai un’esperienza longeva e che richiede tempo per essere apprezzata con una “sveltina”, scusatemi il termine, anche se è indubbio che certi titoli disponibili per dispositivi mobile sono veramente ben fatti.
    Mentre come abbiamo visto con la cattiva sorte di PSVita, le piattaforme classiche portatili, o per meglio dire console portatili, sono nettamente più in crisi per colpa, se si può definire tale, degli smartphone e dei tablet.
    I produttori di console portatili devono puntare molto sul software prodotto per esse così da creare titoli accattivanti e esclusivi per le proprie console come può essere un Pokémon o un Uncharted.
    Quindi tutti i giocatori di vecchia data possono mettersi il cuore in pace, se mai un giorno i loro giochi preferiti dovessero sparire non sarà colpa dei dispositivi mobile e ricordatevi soprattutto di stare attenti mentre camminate per strada, per evitare che un qualche uccello arrabbiato non vi plani dritto in testa.

    Articoli recenti

    Il viaggio di Gamesquare.it è giunto al termine

    Gamesquare.it è arrivato alla fine del suo viaggio, è stata una bellissima esperienza, ma per varie motivazioni ci vediamo costretti a chiudere.

    Recensione Shining Resonance Refrain

    Shining Resonance Refrain ci mette alla guida di Yuma, ragazzo dentro il quale risiede lo spirito di un dragone, con il quale ci avventureremo in una storia piena di lacrime e sorrisi.

    Recensione Moonlighter – Il prezzo è giusto

    La nostra recensione di Moonlighter, rivoluzionario action RPG di Digital Sun e 11 bit Studios che ci metterà nei panni di uno strano avventuriero.

    I migliori 10 jRPG retrò

    Siete curiosi di vedere com'erano i jRPG fino a pochi anni fa? Con questa top 10 potrete rivivere gli anni d'oro del genere!

    Recensione The Spectrum Retreat

    La nostra recensione di The Spectrum Retreat, clasutrofobico puzzle game partorito dalla giovane e promettente mente di Dan Smith

    Dettagli sulla settima stagione di For Honor

    Sarà a breve disponibile la settima stagione di For Honor, ricca di novità e miglioramenti vari.
    Avatar
    Redazione
    Profilo della Redazione unita di Gamesquare.it, usato per comunicati ufficiali, articoli redazionali o multi-autore.