More

    Vediamo l’analisi di Digital Foundry su tutte le versioni di The Witcher 3: Wild Hunt

    Digital Foundry ha finalmente rilasciato i videoconfronti definitivi delle versioni console e PC di The Witcher 3: Wild Hunt. La versione PC è quella che sfrutta al meglio le potenzialità del RED Engine 3, grazie alla possibilità di spingere il gioco a dettagli ultra, ad un framerate decisamente più elevato e all’effetto Nvidia Hairworks, che influisce sulla capigliatura di Geralt e degli altri personaggi. Il primo videoconfronto effettuato qui in basso analizza le versioni PlayStation 4, PC con un Core i3 4130 e una GTX 750 Ti e la stessa configurazione con una GTX 750 Ti overcloccata. Le impostazioni su PC sono settate a medio/alto e l’hairworks è stato disattivato, tutto aggiornato alla patch 1.03. Possiamo osservare come il framerate su PC sia più alto e stabile, nonostante non superi quasi mai (tranne in sporadici casi nella configurazione con la GPU overcloccata) i 40 frame per secondo.

    Il secondo videoconfronto mette sotto la lente d’ingrandimento le versioni Xbox One e PlayStation 4. La versione PlayStation 4 appare superiore sia sul livello del dettaglio, grazie ad un migliore utilizzo del texture filtering, e della risoluzione, fissata a 1080p. Con l’analisi, però, Digital Foundry ha scoperto che la versione Sony non è sempre renderizzata a 1080p, ma generalmente la risoluzione è di 900p, con il Full-HD dedicato alle cutscene e alla schermata dei titoli. La soluzione è simile a quella presente su Xbox One, la console Microsoft, infatti, ha una risoluzione che oscilla tra 900p e 1080p. Il framerate appare più solido sulla console Sony pur essendo bloccato a 30 dal V-Sync, su Xbox One il framerate è sbloccato, ma appare piuttosto incostante con picchi fino a 40 e cadute che lambiscono i 20 frame per secondo.

    Infine Digital Foundry accosta la versione PlayStation 4 con quella PC che monta una configurazione di ultima generazione. Lo stacco si vede soprattutto per quanto riguarda il comparto ombre, dove la versione PC mostra qualche virtuosismo in più, e, più in generale, nel dettaglio globale. La console Sony nonostante monti un hardware molto inferiore rispetto ai PC high end si difende molto bene e può essere equiparata ai dettagli bassi-alti della versione PC, a seconda delle situazioni.

    Articoli recenti

    Il viaggio di Gamesquare.it è giunto al termine

    Gamesquare.it è arrivato alla fine del suo viaggio, è stata una bellissima esperienza, ma per varie motivazioni ci vediamo costretti a chiudere.

    Recensione Shining Resonance Refrain

    Shining Resonance Refrain ci mette alla guida di Yuma, ragazzo dentro il quale risiede lo spirito di un dragone, con il quale ci avventureremo in una storia piena di lacrime e sorrisi.

    Recensione Moonlighter – Il prezzo è giusto

    La nostra recensione di Moonlighter, rivoluzionario action RPG di Digital Sun e 11 bit Studios che ci metterà nei panni di uno strano avventuriero.

    I migliori 10 jRPG retrò

    Siete curiosi di vedere com'erano i jRPG fino a pochi anni fa? Con questa top 10 potrete rivivere gli anni d'oro del genere!

    Recensione The Spectrum Retreat

    La nostra recensione di The Spectrum Retreat, clasutrofobico puzzle game partorito dalla giovane e promettente mente di Dan Smith

    Dettagli sulla settima stagione di For Honor

    Sarà a breve disponibile la settima stagione di For Honor, ricca di novità e miglioramenti vari.
    Daniele D'Orefice
    Daniele D'Orefice
    Scrive della sua passione da quando aveva quattordici anni, dapprima su forum sperduti nella rete, e poi in realtà più note ed affermate. Adora i giochi di ruolo, gli strategici e gli immersive sim. Si lascia conquistare anche dalla scena indipendente.