More

    Un Call of Duty ambientato nell’antica Roma? Activision ci aveva pensato

    GamesRadar ha realizzato un articolo approfondito riguardante un curioso progetto di Activision risalente a più di dieci anni fa. Il progetto avrebbe dovuto portare il brand di Call of Duty ad abbracciare nuovi concept più innovativi: Vicarious Vision, team di Skylanders e Guitar Hero, avrebbe dovuto lavorare a Call of Duty: Roman Wars, ambientato nell’antica Roma.

    Il gioco avrebbe narrato la storia della decima legione, un’unita di cavalleria molto fedele a Giulio Cesare e di cui si parla nel De Bello Gallico. Nello specifico si parla di una rappresentazione videoludica della battaglia di Alesia, combattuta nel 52 a.C. tra le legioni romane di Cesare e i Galli di Vercingetorige. Nella battaglia bisognava eliminare gli arcieri a difesa della città con l’utilizzo di torri d’assedio, catapulte ed elefanti da guerra. La telecamera era posta sopra la spalla del protagonista (similmente a Gears of War), mentre la prima persona veniva utilizzata esclusivamente per un combattimento tra gladiatori in un’arena. Come in Call of Duty 4: Modern Warfare ci sarebbe stato un focus su più personaggi e si sarebbe arrivati ad incontrare addirittura Cesare. Voi cosa ne pensate, vi piaceva l’idea?

    Articoli recenti

    Daniele D'Orefice
    Scrive della sua passione da quando aveva quattordici anni, dapprima su forum sperduti nella rete, e poi in realtà più note ed affermate. Adora i giochi di ruolo, gli strategici e gli immersive sim. Si lascia conquistare anche dalla scena indipendente.