Una buona notizia per i possessori di PES 2016, Konami ha comunicato che renderà gratuito il prossimo contenuto UEFA EURO 2016. L’annuncio arriva da Erik Bladinieres, in attesa di ulteriori dettagli che arriveranno presumibilmente all’inizio dell’anno prossimo ecco le parole del Football & Alliances Director:

Sappiamo che sono stati mesi difficili per i fan, ci rendiamo conto di averli delusi per il modo in cui abbiamo gestito la consegna dei nuovi contenuti attraverso gli ultimi Data Pack, con alcuni contenuti mancanti che i nostri fan aspettavano. Il team PES Production apprezza davvero il supporto dei fan e vuole realmente mettere le cose a posto. Per questo ha deciso di ricompensare la lealtà dei suoi fan e ripristinare la loro fiducia nel rilascio dei Data Pack. Con questo annuncio speriamo di riconquistare la loro fiducia. Il prossimo Data Pack é previsto per i primi di dicembre e includerà lo Stadio Maracana lungamente atteso dai nostri fan Brasiliani, ulteriori volti dei giocatori, i nuovi kit delle Nazionali annunciate ad inizio novembre, nuovi club e gli aggiornamenti rose confermati il 19 ottobre. Aspettatevi ulteriori annunci per i dettagli. Promettiamo di continuare a lavorare per evitare questi problemi e produrre contenuti di qualità per i nostri fan, gratuitamente. Per quel che riguarda il contenuto del Pack UEFA EURO 2016 questo deve essere ancora definito, ma tutti i contenuti EURO dei prossimi Data Pack per l’importante manifestazione calcistica del prossimo anno saranno gratis per gli utenti del gioco.

Pes 2016 4

Condividi
Articolo precedenteTotal War Warhammer: ecco un video sui Night Goblins
Articolo successivoSony annuncia le date di Beyond: Due Anime e Heavy Rain
Disincantato sognatore, ama la libertà d’azione e l’esplorazione. Onnivoro consumatore, ha affinato il proprio gusto con titoli del calibro di Dishonored e BioShock, odia le etichette e la disinformazione. Approdato recentemente nel mondo della critica videoludica cerca di trasferire in tutto quello che fa un’acuta riflessione sul medium e un pizzico di fantasia, crede fermamente nella “nobilitazione” del videogioco.