Ubisoft placa i rumor sulle microtransazioni di The Division facendo chiarezza sulla reale esistenza di questo tipo di pagamento.

Il creative director di The Division, Magnus Jansen, ha spiegato come gli utenti potranno acquistare DLC per il titolo ma non ci sarà alcun “fast-track” con microtransazioni. Dunque non ci saranno acquisti in game opzionali ma solamente contenuti aggiuntivi che la software house rilascerà sotto forma di DLC.

Le microtransazioni, così come vengono definite, non ci sono. Non è possibile spendere soldi e avere un fast-track per ottenere una migliore attrezzatura oppure pagare per vincere. Non abbiamo nulla di tutto questo. La risposta breve è no, non ci sono microtransazioni. Punto. Avremo DLC ma non in questo momento perché non abbiamo ancora finito il gioco.

Capisco l’esitazione delle persone. Sentono che avrebbero potuto ottenere gratuitamente alcuni contenuti o, peggio ancora, che alcune microtransazioni non permettano ai giocatori di competere. Io non vedo alcun problema nel pagare per alcuni contenuti, perché non c’è nulla di male a creare nuovi contenuti dopo che è stato terminato un gioco.

The Division

Condividi
Articolo precedenteHitman verrà rilasciato completamente ad episodi, rivelato il nuovo calendario
Articolo successivoHeroes of the Storm – Mantogrigio
Vice direttore di Gamesquare.it, specializzato in giochi Stealth, Action e Shooting, odia con tutto se stesso i titoli Platform (per sua innata incapacità con questo genere). Si è avvicinato al medium videoludico durante la settima generazione di console, alternando momenti di gaming compulsivo a settimane di completo relax elettromagnetico. Pur avendo un altro lavoro, dedica gran parte del suo tempo libero allo sviluppo di questa piccola realtà online.