More

    I The Game Awards 2015 ricordano la scomparsa di Satoru Iwata con le parole commosse di Reggie Fils-Aime

    Un evento grande come i The Game Awards non poteva non dedicare un paio di minuti alla scomparsa di “un capo, un mentore, un collega, un amico” altrettanto grande come era Satoru Iwata, presidente di Nintendo deceduto prematuramente la scorsa estate. A descriverlo così è Reggie Fils-Aime, presidente di Nintendo of America.

    Reggie parla con voce commossa, facendo notare come Iwata abbia reso sia lui che i videogiocatori delle persone migliori e ricordandolo con estremo rispetto. Infine Fils-Aime ha aggiunto:

    Non aveva mai paura di prendere la sua strada e percorrerla fino in fondo, ricordiamo tutti la reazione del pubblico quando annunciammo il nome di Wii. Lui amava far sorridere le persone. Iwata-san, spero tu stia sorridendo, ora”

    Addio Satoru Iwata

     

    Articoli recenti

    Il viaggio di Gamesquare.it è giunto al termine

    Gamesquare.it è arrivato alla fine del suo viaggio, è stata una bellissima esperienza, ma per varie motivazioni ci vediamo costretti a chiudere.

    Recensione Shining Resonance Refrain

    Shining Resonance Refrain ci mette alla guida di Yuma, ragazzo dentro il quale risiede lo spirito di un dragone, con il quale ci avventureremo in una storia piena di lacrime e sorrisi.

    Recensione Moonlighter – Il prezzo è giusto

    La nostra recensione di Moonlighter, rivoluzionario action RPG di Digital Sun e 11 bit Studios che ci metterà nei panni di uno strano avventuriero.

    I migliori 10 jRPG retrò

    Siete curiosi di vedere com'erano i jRPG fino a pochi anni fa? Con questa top 10 potrete rivivere gli anni d'oro del genere!

    Recensione The Spectrum Retreat

    La nostra recensione di The Spectrum Retreat, clasutrofobico puzzle game partorito dalla giovane e promettente mente di Dan Smith

    Dettagli sulla settima stagione di For Honor

    Sarà a breve disponibile la settima stagione di For Honor, ricca di novità e miglioramenti vari.
    Marco D'amico
    Marco D'amico
    Sognatore disincantato, ama la libertà d’azione e l’esplorazione, odia le etichette e la disinformazione. Approdato recentemente nel mondo della critica videoludica cerca di trasferire in tutto quello che fa un’acuta riflessione sul medium e un pizzico di fantasia, crede fermamente nella “nobilitazione” del videogioco.