More

    Sekiro: Shadows Die Twice è un gioco adatto anche ai meno esperti

    Hidetaka Miyazaki continua a stuzzicare il palato dei fan con delle dichiarazione molto succulente: il director di Sekiro: Shadows Die Twice ha parlato delle possibilità offerte dal titolo, affermando che anche i meno esperti troveranno un modo per proseguire.

    “Ci sono due elementi chiave per quanto riguarda i combattimenti di Sekiro: Shadows Die Twice: il primo è la forza dei colpi quando si brandiscono le spade, il secondo è la verticalità e la dinamicità dei movimenti del protagonista”

    “Quel dinamismo lo si ritrova anche nel sistema di combattimento. Ci sono tantissimi modi per approcciare uno scontro, ad esempio adottare un’azione stealth o utilizzare i dispositivi del braccio meccanico per attaccare dall’alto.

    Alcuni degli strumenti ninja possono sfruttare le debolezze di un nemico, ma volendo è anche possibile sfidare gli avversari a viso aperto.”

    “Ci sono insomma tante cose diverse che possono aiutarvi durante la battaglia in Sekiro: Shadows Die Twice. Il gioco è disegnato di modo che anche chi non è estremamente bravo possa capire come andare avanti, a patto di rifletterci e agire in maniera astuta.”

    Articoli recenti

    Marco D'amico
    Marco D'amico
    Sognatore disincantato, ama la libertà d’azione e l’esplorazione, odia le etichette e la disinformazione. Approdato recentemente nel mondo della critica videoludica cerca di trasferire in tutto quello che fa un’acuta riflessione sul medium e un pizzico di fantasia, crede fermamente nella “nobilitazione” del videogioco.