Scalebound GamesCom 5

Il game designer di Scalebound, Hideki Kamiya, è stato intervistato da The Telegraph e ha rivelato nuovi aspetti sul titolo.

Kamiya ha raccontato che il gioco è l’opera videoludica più grande della sua carriera:
“Anche lasciando perdere gli aspetti tecnici, l’esperienza che vogliamo proporre è l’esplorazione di un vasto mondo liberamente visitabile, con la possibilità di andare dove si vuole. Avete visto quanto era grande quel boss, e anche i draghi non sono certo piccoli, dunque per forza di cose c’è bisogno di un mondo enorme per ospitare queste creature”.

Platinum ha da sempre cercato di realizzare un RPG grande come Scalebound e finalmente lo sviluppo sta andando a buon fine:

“Penso si tratti di una questione di tecnologia avanzata e dei nostri progressi fatti come abilità nello sviluppo e anche il fatto di aver trovato un publisher che ha voluto scommettere su qualcosa di grande come Scalebound. Tutte queste cose si stanno componendo ed è giunto il tempo per far decollare il progetto”.

Condividi
Articolo precedenteQuake Champions uscirà solo su PC
Articolo successivoLa visual novel italiana Elisa: The Inkeeper ha raggiunto il suo obiettivo su Kickstarter
Vice direttore di Gamesquare.it, specializzato in giochi Stealth, Action e Shooting, odia con tutto se stesso i titoli Platform (per sua innata incapacità con questo genere). Si è avvicinato al medium videoludico durante la settima generazione di console, alternando momenti di gaming compulsivo a settimane di completo relax elettromagnetico. Pur avendo un altro lavoro, dedica gran parte del suo tempo libero allo sviluppo di questa piccola realtà online.