Thomas Puha, capo del settore comunicazioni presso Remedy Entertainment, ha rilasciato una lunga intervista a Polygon nella quale ha spiegato i piani futuri dell’azienda. Oltre ad un corposo aggiornamento per la versione PC di Quantum Break, che dovrebbe garantire finalmente prestazioni decenti, il team è al lavoro su due nuovi grossi progetti.

Remedy è infatti diventata molto più grande e l’organico è decisamente più numeroso rispetto al passato, tanto che è stato possibile creare due sottogruppi indipendenti così da non far trascorrere troppo tempo tra l’uscita di un gioco ed un altro.

I due progetti, entrambi tripla A, rimangono ancora misteriosi. Sappiamo che non si tratta di Alan Wake 2 e uno dei due non verrà pubblicato in collaborazione con Microsoft (uscita multipiattaforma?) e sarà una nuova proprietà intellettuale. Siamo curiosi, lo ammettiamo, ma bisognerà aspettare un po’, dato che nessuno dei due giochi verrà annunciato all’E3 2016 o alla gamescom.

remedy logo