Tutti i personaggi Nintendo e non solo tornano a darsi battaglia alla grande

Data di uscita 28 novembre 2014
Genere Picchiaduro a incontri
Modalità di gioco Singleplayer,Multiplayer
Piattaforme Wii U
Sviluppato da Nintendo
Distribuito da Bandai Namco Games
Versione testata Wii U
Cover

A volte sono le idee più semplici a garantire il successo, un’idea semplice non solo può far guadagnare fama, ma può rendere un prodotto unico ed inimitabile.
Nintendo decise di creare un gioco di combattimento, sfruttando tutti i personaggi della casa madre, facendoli scontrare in grandi arene, dove lo scopo non era sconfiggere l’avversario nel modo classico, ma di farlo letteralmente volare fuori dall’arena, il danno che gli veniva provocato andava semplicemente ad aumentare una percentuale che “alleggeriva” il contendente, aumentando la probabilità di spedirlo nella Ionosfera.

Super Smash Bros nacque sul glorioso Nintendo 64, ma la grande fama arrivò con il capitolo per Gamecube, Super Smash Bros Melee fece fare il salto di qualità al brand, tutt’ora è il capitolo più amato dai fan e dalla community pro.

Il capitolo per Wii fu meno apprezzato, Brawl fece rimpiangere Melee sotto diversi aspetti, anche se fu anch’esso un titolo di grande qualità.
Quest’anno Nintendo ha deciso di puntare forte sul titolo di combattimento, creando una versione per la console portatile 3DS, e una versione per la console casalinga Wii U, scopriamo insieme che sorprese ci ha dato questo gioco.

Super Smash Bros-recensione-6

Millemila Modalità

La prima cosa che salta all’occhio una volta entrati nel Menù principale è l’enorme quantità di modalità di gioco, partiamo dalla modalità principale, la Mischia, qui potrete sin da subito darvi battaglia secondo regole da voi impostate, potrete definire qualsiasi cosa, tempo, personaggi, oggetti presenti su schermo, scenari, combattimenti a squadre e, nel caso in cui siate nostalgici dei consueti giochi di combattimento, potrete selezionare i punti vita anziché la classica percentuale di danno.
Novità della modalità mischia è la possibilità di avere fino a otto contendenti nell’arena, gli scontri a 8 sono caos e divertimento puro, un’aggiunta quindi molto apprezzata.Basterebbe solo questa modalità per garantire diverse ore di gioco, ma siamo soltanto alla punta dell’iceberg.
La vastità di modalità, soprattutto in single player, è il punto forte dell’ultima incarnazione di Super Smash Bros., troveremo la modalità classica, che strizza l’occhio più al predecessore Melee che a Brawl, la quale potrà essere affrontata in moltissime difficoltà, previo pagamento con la valuta del gioco, i gettoni.

Troveremo un sistema di sfide, combattimenti a tema preimpostati, concluso un combattimento sbloccheremo la via per uno o più combattimenti nuovi, in molte sfide sarà inoltre presente un sub-obiettivo, a volte arduo da espletare.
Un’altra tipologia di gioco sono le richieste di Master Hand e Crazy Hand, le due mani porranno due sistemi di sfide diversi, Master vi porrà tre sfide singole di difficoltà diverse, con combattimenti di varie tipologie, utili ad accumulare gettoni e oggetti per la personalizzazione.

Con Crazy Hand le cose si fanno più complicate, affronterete difatti lo stesso sistema di sfide di Master, con le differenze che i turni saranno consecutivi, manterrete il buona parte del danno accusato tra i vari turni e per portare a casa il bottino dovrete affrontare un turno finale contro Crazy Hand, se fallirete una sola volta tra i turni, perderete tutto.Troveremo anche l’”All-star mode”, dove combatteremo tutti i personaggi del gioco in gruppi, in parte secondo regole Survival, dato che manterremo i danni subiti, potremo comunque utilizzare i pochi oggetti di recupero forniti tra una sfida e l’altra.

“Bella idea, te la copio!”

Smash Bros è stato di ispirazione a Sony per il suo titolo “PlayStation All-Stars Battle Royale”, purtroppo la mancanza di un Roster ampio e variegato, e l’assenza di modalità diversificate ha sancito il titolo come un buon tentativo, ma lontano dalla qualità del titolo Nintendo.

Super Smash Bros-recensione-4

Particolare la new entry “Mischia da tavolo”, tipologia di partita che strizza l’occhio ai party game e per l’appunto ai giochi da tavolo stessi, scelto il nostro Mii verremo piazzati in un tabellone insieme ad altri tre giocatori, raccoglierete personaggi, potenziamenti fissi e oggetti per avvantaggiarvi e ostacolare gli avversari, ruberete e perderete personaggi.
Lo scopo è arrivare allo scontro finale con un buon numero di combattenti ben potenziati, questa modalità ci è risultata davvero ben curata, con eventi randomici che scuotono il ritmo di gioco e cambiano gli equilibri.

Nella sezione Stadio avremo la possibilità di affrontare tre diversi mini-giochi: Scoppia-bersagli, che ricorda molto Angry Birds ma in salsa Smash, gli Scontri Multipli, che ci metterà di fronte a numerosi avversari con sei tipologie di scontri diversi ed infine l’Home Run, mini-gioco ormai storico per i fan di lunga data.
Presente infine la possibilità di affrontare molte delle modalità elencate in Co-op con un amico, tra l’altro la sezione sfide presenterà combattimenti ad hoc per la cooperazione. Risulta quindi un gioco dalla grandissima quantità e varietà di contenuti e modalità.

Super Smash Bros-recensione-2

SMASH!

Nintendo si è sempre contraddistinta per la propria struttura dei giochi, per dirla in maniera poco elegante, a “cipolla”: tutti i giochi di Mario & Co. sono estremamente godibili sia ad un livello superficiale, giocando per divertirsi, sia ad un livello più profondo, dove si scoprono le meccaniche più complesse, e possiamo assicurarvi che sono tante.
Smash può essere goduto esattamente in queste due vie, nessuna prevale sull’altra. Il combattimento è una danza frenetica che coinvolge i contendenti, soprattutto negli scontri uno vs uno, dove sarete chiamati a sfruttare sapientemente l’ottimo sistema di schivate e parate.

Il Combat System è un mix dei predecessori Melee e Brawl e risulta facile ed immediato dopo pochissimi combattimenti, almeno nelle primissime difficoltà, se vorrete superare sfide più ardue è necessario saper padroneggiare i sistemi di difesa, il potersi attaccare ai bordi del ring e il saper mescolare combo veloci e colpi potenti.
Il Roster è una gioia per qualsiasi giocatore cresciuto negli anni 80’ e 90’, tra cui spiccano per i nostri gusti le new entry Little Mac, Pac-Man e Megaman. I personaggi sono stati anche ribilanciati, Fox e Falcon comandano ancora le file dei migliori personaggi, ma è proprio l’amore della scoperta che vi porterà a cercare di conoscere ogni combattente.

Amiibo News

Gli Amiibo hanno attirato subito grande attenzione e curiosità anche a seguito di diverse news circolate in rete, per esempio una statuetta di Samus con un difetto di fabbrica (presentava due cannoni alle braccia anziché una) è stata venduta all’asta per circa duemila dollari, la stessa statuetta apriva per qualche arcano motivo i cancelletti della metro di Mosca.

Scoperta nel senso proprio della parola, il sistema di sblocco dei personaggi segreti è tornato fedele a Melee, abbandonando l’esperimento poco divertente di Brawl, dove tutto era affidato ad una singola campagna che risultava poco briosa.

In questo titolo, proprio come nel vecchio gioco per Gamecube, sarete interrotti dall’arrivo di un personaggio “misterioso” mentre siete intenti a farvi gli affari vostri e sarete chiamati allo scontro immediato, se si vince il personaggio entra nel Roster, se si perde bisognerà aspettare un’altra occasione, abbiamo apprezzato molto il ritorno a questa meccanica. Un’ultima menzione merita l’inserimento dei Mii, potrete personalizzare ogni Mii presente nella console, scegliendo tra tre stili di combattimento differente: combattente a mani nude, spadaccino e fuciliere.

Super Smash Bros-recensione-5

“Hai un Amiibo in me”

Citiamo la canzone di Toy Story perché parliamo di quello che ai più potrebbe sembrare un giocattolo, in realtà parliamo di un oggetto estremamente interessante.
Gli Amiibo, per chi avesse vissuto sulla luna negli ultimi mesi, è la nuova linea di statuette interattive raffiguranti i personaggi principali di Nintendo, sono stati creati apposta per l’interazione con il Wii U e Smash Bros, ma saranno inseriti anche nei futuri titoli della casa di Kyoto.

L’interazione degli Amiibo è una delle novità più interessanti di tutto il gioco a nostro parere, esponiamo meglio: dopo aver comprato il vostro personaggio e avergli “dato vita” tramite il pad del Wii U (non necessitano difatti altre periferiche), potrete personalizzare il vostro Amiibo, cambiandogli colore e dandogli un nome, troverete un menù di gestione del personaggio, dove nutrirete il vostro protetto dandogli oggetti per potenziarlo e dove potrete assegnargli nuove mosse dopo averle sbloccate.

Ma andiamo alla caratteristica principale di tutta questa operazione, il vostro Amiibo migliorerà combattendo, soprattutto contro di voi, imparerà dalle vostre mosse, copierà il vostro stile di combattimento e in pochissimo tempo diventerà un avversario temibile, che potrete usare come Sparring Partner o aiutante, tutti i dati verranno semplicemente salvati nella statuina, che potrete portare a casa di un amico per farlo penare un po’. Risulta quindi una mossa azzeccata di Nintendo, che forgia così, una vera e propria macchina per soldi, che catturerà fan e collezionisti.

Super Smash Bros-recensione-3

International Smash

Il comparto online di Super Smash Bros. è ben curato per quanto riguarda la stabilità del netcode, con pochissimi casi in cui la connessione rallenta l’esperienza di gioco.
Presenti due modalità principali: “Per Gioco”, in cui ci butteremo immediatamente nella mischia senza pensieri, per il solo svago, con tutti gli oggetti attivi e “Per Gloria” dove acquisiremo fama in match principalmente 1 vs 1, possibile attuare scontri a squadre o a quattro, ma si perde un po’ il senso di sfida per diventare il migliore, ovviamente non avrete nessun oggetto, solo la vostra abilità.

L’organizzazione dell’online ha la stessa infrastruttura di Mario Kart 8, quindi la comunicazione con gli avversari è limitata e ci sono difficoltà se si vuole giocare con un amico online, è proprio la struttura social ad essere forse il tallone d’Achille dei giochi Nintendo.

Super Smash Bros-recensione-1

Uh che bello

Concludiamo parlando dell’aspetto tecnico, Smash è un’esplosione di colori su schermo, sempre piacevole alla vista, frame rate inchiodato a 60 fps e mai instabile, neanche negli scontri a otto. Gli scenari riprendono i grandi classici Nintendo, dalle saghe più famose a quelle più di nicchia, troveremo riproposizioni di stage ispirati ai giochi per Nintendo64, Gamecube e Wii, inoltre sono stati aggiunti nuovi scenari ispirati alle new entry del Roster, insomma c’è né per tutti i gusti. Le musiche sono come sempre una gioia per le orecchie ed anche qui ritroveremo grandi classici riarrangiati e new entry.

PRO
Gameplay divertente consolidato negli anni
Contenuti Single player vastissimi
Gli Amiibo sono veramente una novità
Tantissimi personaggi

CONTRO
Qualche piccolo calo di frame rate
La struttura dell’online risulta ancora un po’ antiquata
Alcuni personaggi sono più forti di altri

Commento

Super Smash Bros. è un acquisto quantomeno obbligato per tutti i possessori del Wii U, rappresenta in pieno la Nintendo’s difference. Ha un quantitativo di ore e modalità in single player mostruoso, ed è dannatamente divertente con gli amici, l’aggiunta degli Amiibo è sia una gustosa novità che una grande mossa commerciale e faticherete alla tentazione di provare almeno una statuetta.
Tecnica sopraffina, gameplay eccellente consolidato negli anni, personaggi vecchi e nuovi ben calibrati, insomma il nostro consiglio per chi ha un Wii U è di correre al negozio, potrebbe indurre seriamente in tentazione anche chi non ha mai pensato alla console Nintendo nel proprio salotto.
9