Prendiamo il nostro fucile e prepariamoci a fare fuori bersagli dell’esercito tedesco ed italiano in Africa

Data di uscita 27 Giugno 2013
Genere Stealth, TPS
Modalità di gioco Singleplayer, Multiplayer
Piattaforme PC, Xbox360/One, PlayStation 3/4
Sviluppato da 505 Games
Distribuito da Rebellion Oxford
Versione testata Xbox One
cover

In una Next-Gen povera di titoli rilevanti, ogni titolo fuori dai normali schemi sembra essere un’oasi nel deserto.
Sniper Elite è una saga, o per meglio dire una trilogia, di capitoli incentrati sul cecchinaggio, se con il primo Sniper Elite avevamo visto un buon titolo ispirato ai cecchini operanti nella Germania nazista, con Sniper Elite V2 i ragazzi di 505 Games mi avevano letteralmente catturato in un tripudio di Headshot e ciliegine sulla torta, proponendo un ambiente inospitale e maturo, farcendolo con chicche di classe e coraggiose scelte all’interno della trama, proponendo al videogiocatore una storia cruda e matura.
Con Sniper Elite III: Afrika, 505 Games tenta ancora di più cambiando completamente ambientazione.

Sniper Elite III Afrika Recensione 1

Un cecchino nel deserto

La nostra missione si svolgerà per l’appunto in Africa, terra assolutamente inospitale per un cecchino, che si dovrà adattare al territorio come una volpe nel deserto, citazione inserita all’inizio del titolo che ci fa capire quanto i ragazzi di 505 Games abbiano voluto strafare.
In Sniper Elite III ci troveremo a dover smantellare le truppe tedesche del famigerato Reich dall’Africa, tutto questo per evitare che i tedeschi riescano a far diventare il loro prototipo di carro armato gigante chiamato Ratte realtà, in grado di creare sicuramente ancora più scompiglio all’interno di un mondo devastato da una guerra.

Clichè

Come accennato nella recensione, il titolo è fin troppo costellato di clichè con l’abusatissimo “Noi due siamo uguali!” e la risposta “Io non sono come te!”

La trama si basa sostanzialmente su questo e infatti dispiace vedere quanto sia “abbozzata” e pretenziosa rispetto al capitolo precedente, questo rischia di annoiare il giocatore, in quanto la campagna principale, seppur breve, annoia proprio verso le fasi finali, dove il tutto diventa ripetitivo e già visto.
Sono pochi i momenti epici, anzi forse proprio non ci sono momenti memorabili all’interno di tutto il plot narrativo.Il protagonista è abbastanza anonimo e non ci farà di certo appassionare a lui, complice anche una caratterizzazione dei personaggi mediocre e un finale quasi imbarazzante a causa dei ripetuti cliché da film Hollywoodiano fin troppo abusati in questo titolo.

Sniper Elite III Afrika Recensione 2

X-ray che piacere!

Il Gameplay si può definire come una grande miglioria del capitolo precedente, questo comporta delle meccaniche già viste, ma non per questo non funzionali, anzi. La balistica del nostro amico fucile da cecchino è ottima, sicuramente migliore del capitolo precedente e finalmente le armi secondarie per un cecchino quali mitra e pistola, sono utilizzabili, anzi sono molto varie dandoci persino la possibilità di giocare il titolo quasi come un Action, questo però solo ai livelli di difficoltà più bassi.
Quando si aumenta la difficoltà le armi diventano estremamente realistiche, i mitra avranno un forte rinculo e le pistole una gittata molto ridotta.
Ci viene data la possibilità di personalizzare il nostro fucile da cecchino con varie ottiche, canne e imbracciature migliorate, potremo utilizzare anche diversi tipi di proiettili per le diverse occasioni.
La salute non è auto rigenerante, per curarci avremo due modi: utilizzare le bende che ci ripristineranno 2 barre di salute oppure dei Kit medici che ci ripristineranno l’intera salute. Le bende, però, possono essere utilizzate in movimento a differenza dei Medikit.

Che male!

Gli X-Ray sono veramente spettacolari, sono presenti diversi organi vitali, ed è stato aggiunto il “Colpo ai testicoli” molto ricercato nel vecchio capitolo.

Le munizioni scarseggiano per le armi secondarie, mentre ne troveremo a volontà per il nostro fucile da cecchino, con la possibilità di recuperare oggetti anche perquisendo i cadaveri.
La minimappa ci fornisce una visione abbastanza chiara del mondo circostante indicandoci la posizione dei nemici e degli alleati e il loro livello di allerta, bianco (nessun sospetto), giallo (sospettosi), rossi (ci hanno identificato), questo lo si può capire anche tramite dei cerchi che si riempiono sopra alla testa dei nemici.
Avremo ancora la possibilità di piazzare cariche esplosive in giro per la mappa così da uccidere i nemici ignari che passano per quella zona.
Il titolo ora ha una struttura fortemente open world con tanto di obiettivi secondari sparsi per gli enormi livelli di gioco, gli obiettivi secondari però peccano di un’estrema ripetitività che non spinge il giocatore a completarli.
Come il capitolo precedente, quando metteremo a segno un colpo mortale perfetto con il nostro fucile da cecchino, si attiverà una telecamera speciale a raggi x che ci permetterà di vedere dove il proiettile ha colpito per arrecare il danno.
Questa volta però l’interno del corpo è estremamente dettagliato, mostrandoci i nervi e gli organi principali e persino gli interni dei veicoli distrutti dal nostro proiettile.
In base a dove colpiamo con il proiettile riceveremo dei punti esperienze che ci permetteranno di salire di livello e ricevere ricompense non solo per il single-player, ma anche per il multiplayer.
In questo capitolo è possibile mascherare i nostri colpi non silenziati grazie a dei rumori ambientali.

Sniper Elite III Afrika Recensione 4

D. A. (Deficienza Artificiale)

Ho voluto lasciare un interno paragrafo di questa recensione per parlare dell’intelligenza artificiale dei nemici.
E’ sconcertante vedere come a metà 2014 i nemici siano estremamente stupidi, una volta che ci avranno individuato indagheranno in una zona di massimo 50 metri e se noi ci allontaniamo da quella zona istantaneamente i nemici torneranno a compiere la loro routine principale, dimenticandosi anche di eventuali cadaveri accasciati in quelle zone.
Questo, in aggiunta a diversi Bug, e persino una gestione degli auto salvataggi adibiti a checkpoint (imbarazzanti e quasi casuali e che ci costringono ad utilizzare spesso il salvataggio manuale) rende il tutto frustrante ed inverosimile, rovinando pesantemente l’esperienza e il feeling con il gioco.
Parlando del comparto multi giocatore si capisce come esso sia accessorio all’interno della produzione di Sniper Elite III, caratterizzato da diverse modalità classiche ed un matchmaking a dir poco pessimo.
Oltre al multigiocatore competitivo potremo divertirci anche in coop con i nostri amici in diverse modalità tra cui una modalità orda, il tutto è però banale e poco divertente vista la struttura stealth del gameplay.

Sniper Elite III Afrika Recensione 5

Il fascino dell’Africa

Il comparto tecnico di Sniper Elite III non è esente da difetti, tuttavia è di buona fattura complici degli scorci meravigliosi, delle texture in HD ben fatte e un sistema di luce e ombra importantissimo per questo genere di titoli, perfetto.
E’ presente un forse abusato effetto lens flare e un blur abbastanza fastidioso.
Le animazioni sono sufficienti e le animazioni facciali sono praticamente inesistenti.

Graficamente ben fatto

Graficamente il titolo è ben fatto, è molto vario e diverse missioni si svolgeranno in notturna, anche se non è presente un ciclo giorno notte.

Il gioco non ci proporrà un’ambientazione monotona grazie ad un level design ottimo, il titolo gode di un incredibile varietà di ambienti di gioco e situazioni notturne e diurne.
La produzione è pesantemente afflitta da tearing e seppur presente l’opzione della sincronizzazione verticale, quest’ultima è inutilizzabile causa un frame rate già di per se ballerinoed in alcune situazioni, come una fortezza, il titolo diventa quasi ingiocabile per una mezz’oretta, il tutto è inaccettabile vista anche la patch al Day One di ben 16 GB!
Il comparto sonoro è ottimo, con uno dei migliori campionamenti acustici delle armi presenti in circolazione, rumori ambientali che esaltano le ambientazioni e un doppiaggio italiano sopra la media dei titoli disponibili sul mercato.

PRO
Graficamente ben fatto
Gameplay funzionale
Ottimo il comparto sonoro

CONTRO
Troppi problemi tecnici
Pessima I. A.
Trama banale

Commento

Tirando le somme Sniper Elite III è un buon titolo, sicuramente uno dei migliori incentrato sui cecchini, ma che non eccelle, anzi a tratti è inferiore al precedente capitolo, dando l’idea di uno sviluppo troppo frettoloso per un titolo di questa mole. Il gioco è inoltre pesantemente minato da una I. A., se così si può definire quella di Sniper Elite III: Afrika, pessima e imbarazzante.
7