Vault-Tec Workshop è l’ennesimo contenuto poco ispirato, ma questa volta c’è qualcosa in più.

Data di uscita 26 luglio 2016
Genere Action RPG
Modalità di gioco Singleplayer
Piattaforme PC, PlayStation 4, Xbox One
Sviluppato da Bethesda Game Studios
Distribuito da Bethesda Softworks
Versione testata PC
Cover

Quando ti abitui a contenuti scarsamente ispirati e di bassa qualità, le aspettative sono sempre rasoterra, la tua guardia si alza e sei pronto a ricevere colpi da tutte le direzioni. Ma può capitare anche di venir sorpresi, di trovarsi davanti qualcosa in grado di superare le tue non proprio lusinghiere aspettative. Prima di iniziare Vault-Tec Workshop mi ero preparato ad una serata di noia ed immani sofferenze, invece quello che mi son trovato a giocare era sì una sofferenza per diversi aspetti (la maggior parte dei quali insiti al sistema di crafting), tuttavia si è rivelato un prodotto meno noioso degli altri due DLC incentrati completamente sulla costruzione. Positivo, no?

Vault-Tec Workshop Rece 1

Bare di metallo

Con tutta la paccottiglia fin’ora rilasciata per Fallout 4, Bethesda non poteva non sfruttare una delle icone simbolo della saga di giochi post apocalittici: i Vault. Qualsiasi fan della saga ha almeno una volta fantasticato su questi affascinanti rifugi scavati nella terra, luoghi solo apparentemente allestiti per salvare la popolazione. I geniacci di Interplay, infatti, vollero dare un’impronta ironica ed inquietante a queste costruzioni, trasformando l’idea di rifugio antiatomico in quella di un laboratorio in cui tutti i sopravvissuti erano sottoposti a crudeli esperimenti. In soldoni, era meglio morire là fuori.
Su questa base estremamente interessante si basa Vault-Tec Workshop, l’ultimo contenuto scaricabile per Fallout 4 della serie Workshop e penultimo considerando l’intero season pass. Senza girarci troppo attorno diciamo subito che tutto ciò che analizziamo in questa recensione è indicato agli utenti più smanettoni, quelli con più tempo e pazienza (soprattutto pazienza), quindi se siete in cerca di una narrazione approfondita dovete guardare altrove. Inoltre segnaliamo che chi è un utente PC dovrebbe dare un’occhiata sui principali canali per la pubblicazione di mod, perché gli utenti hanno già creato cose simili e probabilmente hanno fatto un lavoro pari, se non superiore, a quello di Bethesda. A parte queste premesse, largamente condivise con tutti i DLC basati sul crafting, Vault-Tec Workshop ha un quid in più, inizia con una missione e ci guida alla costruzione del nostro primo Vault con una serie di incarichi moderatamente interessanti. Dopo aver liberato una cava da una banda di coriacei predoni ed essere entrati nel Vault 88, faremo la conoscenza della soprintendente della struttura, colpita dalle radiazioni e trasformata in un ghoul. Nonostante la sua triste sorte e quella dei suoi compari, che hanno perso tutti la sanità mentale, ella è determinata a portare alta la bandiera della Vault-Tec e “migliorare” la condizione umana effettuando una serie di esperimenti dalla dubbia eticità. Ma chi siamo noi per giudicare.

Vault-Tec Workshop Rece 3

Al servizio della scienza

L’intera questline che si sviluppa con Vault-Tec Workshop ci porta ad esplorare l’enorme area di gioco, ottimamente collegata con aree già visitate e monumenti importanti di Boston (ci troviamo all’interno della zona urbana). La nuova porzione di mappa è divisa in zone completamente edificabili e alterna strette caverne, stazioni abbandonate e luoghi aperti e vasti che ci permettono di creare edifici grandi e strutturati su più livelli. Fortunatamente tutti questi luoghi sono ingombrati da vecchie scavatrici, tubi di metallo, vene di uranio e anche qualche mostriciattolo radioattivo, elementi che, se riciclati, ci garantiranno un buon numero di materiali da impiegare nelle officine. Grazie a questo espediente è stata limitata di molto la spasmodica ricerca di materiali da costruzione, anche se per progetti più elaborati sarà comunque necessario fare qualche passeggiatina in giro per Boston oppure utilizzare la console dei comandi. Bethesda ha ascoltato le nostre critiche a quanto pare, ma non solo queste, infatti ora nel menu dell’officina sono comparse delle utili icone che ci segnalano i nuovi oggetti inseriti, divisi per espansioni. Anche chi non passa notte e giorno con la chiave inglese può quindi adocchiare immediatamente gli oggetti a cui è interessato. Quelli introdotti dal DLC in questione includono una serie di moduli per realizzare corridoi e stanze dei Vault (compresi di atri, cliniche, piani sopraelevati, ecc.) e altri elementi decorativi ed elettrici, per imbellire l’angusto susseguirsi di pareti asettiche.

Vault-Tec Workshop Rece 2

Oltre agli oggetti “standard”, le quest ci porteranno a realizzare dei particolari strumenti utili per esperimenti sulla popolazione. Infatti ci verrà chiesto fin da subito di selezionare alcuni abitanti del Vault, cercando tra di loro una cavia perfetta (il povero Clem ci fa ancora pena). Non vi nascondiamo che alle prime battute ci stavamo divertendo a sperimentare sostanze chimiche sui poveri rifugiati e l’ironia di cui il tutto era stato infuso contribuiva a creare un’atmosfera divertente nella sua assurdità. Peccato che le missioni si concludano subito lasciando un senso d’incompiutezza. Gli sviluppatori non hanno sfruttato un’occasione così ghiotta e si sono limitati a fare un compitino che, seppur gradevole, è lontanissimo dall’essere adatto a valorizzare il fascino dei Vault e delle crudeltà scientifiche.
Conclusa la breve questline ci verrà quindi data carta bianca e potremo sbizzarrirci come più vorremo, limitati solo dalla nostra pazienza e fantasia. Gli strumenti speciali, però, non sono poi così tanti o così interessanti e non rappresentano un incentivo necessario per aumentare la longevità di Vault-Tec Workshop. Se poi ci aggiungiamo i problemi del macchinoso sistema di crafting, che avrebbe bisogno di una seria e rapida sistemata, ed alcuni bug, allora ci rendiamo conto che la situazione è sì migliore rispetto agli standard, ma rimane comunque abbastanza deprimente.

Vault-Tec Workshop Rece 4

Configurazione di prova

Processore Intel Core i5-2500k 3,30Ghz
Scheda Video nVidia GTX 670
Memoria 8 GB
OS Windows 10 64bit

Requisiti Minimi

Processore Intel Core i5-2300, AMD Phenom II X4 945
Scheda Video NVIDIA GTX 550 Ti, AMD HD 7870
Memoria 8 GB
OS Windows 7, 8, 10 64-bit
PRO
Mitigato il problema della scarsità di materiali
C’è una questline dedicata…
CONTRO
…sfruttata piuttosto male
Rimangono i limiti del sistema di costruzione, e poi ci sono le mod

Commento

Vault-Tec Workshop è il contenuto migliore tra quelli incentrati sul crafting, ma ciò non vuol dire che sia una perla. Sono stati risolti i problemi relativi alla reperibilità dei materiali ed è stata aggiunta una questline dedicata, sebbene molto limitata, tutto questo si scontra però con le limitazioni del sistema di crafting e con la scarsa ispirazione generale, leitmotiv di questa serie di DLC per Fallout 4. Consigliamo il prodotto solo ai veri appassionati del crafting, che hanno il tempo e la voglia di impelagarsi nella costruzione di Vault, tutti gli altri farebbero bene a passare oltre, a meno che non abbiano già acquistato il season pass.
6