Arriva il primo contenuto scaricabile di Fallout 4 e ci sono i robot, tanti robot!

Data di uscita 22 marzo 2016
Genere Action RPG
Modalità di gioco Singleplayer
Piattaforme PC, PlayStation 4, Xbox One
Sviluppato da Bethesda Game Studios
Distribuito da Bethesda Softworks
Versione testata PC
Cover

Poco più di tre mesi fa ci lasciammo con la recensione di Fallout 4, una disamina che non aveva approfondito più di tanto alcuni aspetti che ci eravamo riproposti di rianalizzare in seguito. Non è questo l’articolo con cui vogliamo tirare le somme sull’impatto che il gioco di ruolo di Bethesda ha avuto nel mondo di videogames (e sulle vite di chi ci ha speso centinaia d’ore), ma vi promettiamo che quando la situazione sul lato mod e quello DLC si sarà assestata la nostra logorroica penna vomiterà caratteri su caratteri per illustrarvi il quadro d’insieme. Nel frattempo buttiamoci a capofitto sul primo contenuto scaricabile, pieno di robot, vecchie conoscenze e tanto divertimento creativo.

Fallout 4 Automatron Review 2

Aita! Aita!

Automatron esordisce con una chiamata radio, un classico espediente a cui ci siamo abituati negli anni. Stavolta la trasmissione è un SOS di una carovana che è stata attaccata da misteriosi nemici. Recandoci sul posto scopriamo che alcuni robot agguerriti hanno compiuto un cruento massacro, lasciando in vita solo uno spaventato ed infuriato Assaultron chiamato Ada. Veniamo così a sapere che gli ammassi di latta e circuiti sono comandati da un villain che si fa chiamare il Meccanista, un mago dell’ingegneria che ha costruito squadroni di robot e li ha inviati per tutto il Commonwealth. La nostra missione è da ora limpida: fermare il Meccanista e smontare pezzo per pezzo gli agglomerati di ferraglia che si frappongono tra noi e il nostro obiettivo, un compito che ci richiederà di aver raggiunto almeno il livello 15, un buon equipaggiamento e tante munizioni.
Per portare a termine il nostro compito potremo contare anche sull’aiuto di Ada che grida, metaforicamente parlando, vendetta per gli amici umani uccisi e che accetterà di accompagnarci. Il robot, o meglio La robot, visto che si tratta a tutti gli effetti di un’adorabile fanciulla, sarà un alleato valido, soprattutto perché sarà in grado di trasportare un peso superiore a quello degli altri companion. Ada è però più simile a Dogmeat, non dispone di un sistema di approvazione o disapprovazione e non sarà possibile corteggiarla (sembra un discorso da feticisti, ma il Sexbot di Fallout: New Vegas ha aperto nuovi orizzonti del godimento), in compenso potrà essere modificata nelle componenti e negli armamenti con l’ausilio di un nuovo terminale tutto dedicato alle modifiche dei robot.

Fallout 4 Automatron Review 1

Nuovi giocattoli!

Smontare, montare, smontare ancora e rimontare, c’è qualcosa di magico nel dare sfogo alla propria creatività e produrre qualcosa di nuovo che possa compiacere voi e chi vi sta accanto. Come abbiamo accennato prima il DLC ha come portata principale l’introduzione di un sistema di modifica e creazione degli automi, praticamente un’espansione dell’enorme sistema di crafting già presente nel gioco base. Però, se prima potevamo solo creare edifici o villaggi, ora le nostre creazioni si muoveranno e combatteranno garantendo un livello di soddisfazione sensibilmente più elevato. Per incrementare il numero di modifiche da applicare, oltre ad avere la possibilità di creare da zero un alto numero di nuovi robot, bisognerà recuperare pezzi dalle lattine deambulanti che schiacceremo sul nostro percorso ed avere a disposizione un alto numero di materiali da creazione. Vi consigliamo inoltre di sbloccare i talenti Armaiolo (Forza 3) ed Esperto di Robotica (Intelligenza 8), solo così potrete creare le modifiche più avanzate. Siamo rimasti davvero sorpresi dalle grandi possibilità e dalla profondità offerte da questo novello sistema, che da solo regge in piedi tutto l’impianto contenutistico di Automatron.
È un peccato infatti che la questline principale si sviluppi in poche ore, circa tre, poiché gli spunti interessanti c’erano, i nuovi dungeon introdotti si sono rivelati ottimi, uno su tutti l’impianto RobCo, e il nuovo set di armatura e le armi hanno carisma da vendere. Per non parlare poi dell’effetto nostalgia nel rivedere in azione i Robocervelli, qui tradotti in Cerebrobot, e lo stesso Meccanista, che incontrammo pure in Fallout 3, anche se il contesto e la persona sotto la maschera erano ovviamente differenti. Bisogna soffermarsi anche sulla cura nel design dei nuovi nemici che non sono dei banali automi “standard“: anch’essi sono pesantemente modificati con uno stille folle e gustosissimo. Vi basti sapere che ci siamo trovati davanti ad un Assaultron che montava un teschio al posto della testa oppure contro un enorme robot cingolato che sprizzava scariche elettriche da ogni suo arto. Gli artisti hanno fatto un buon lavoro e anche le nuove ambientazioni, solo due, colpiscono per una particolare cura ai dettagli e un level design davvero azzeccato.
Buona, come nel gioco base, la qualità del doppiaggio italiano, anche se abbiamo ascoltato alcune frasi recitate con un tono sbagliato, ma la colpa è da imputare al fatto che i doppiatori non sono a conoscenza delle circostanze in cui si sta svolgendo l’azione.

Fallout 4 Automatron Review 4

Configurazione di prova

Processore Intel Core i5-2500k 3,30Ghz
Scheda Video nVidia GTX 670
Memoria 8 GB
OS Windows 10 64bit

Requisiti Minimi

Processore Intel Core i5-2300, AMD Phenom II X4 945
Scheda Video NVIDIA GTX 550 Ti, AMD HD 7870
Memoria 8 GB
OS Windows 7, 8, 10 64-bit
PRO
Si possono creare e modificare robot!
Design dei componenti e delle ambientazioni sfizioso
Torna il Meccanista e la sua armata di automi
CONTRO
Questline principale troppo concisa

Commento

Automatron è un DLC su cui vale la pena fare un pensierino. I contenuti non sono tantissimi e la questline principale, impegnativa e discretamente interessante, si porta a termine in una sparuta manciata di ore, ma la possibilità di creare una propria armata di robot personalizzata è veramente sfiziosa e da sola vale il prezzo del biglietto. Meditate bene se spendere i dieci euro richiesti dal pacchetto, perché se non siete interessati al nuovo sistema di crafting potreste rimanere profondamente delusi.
7.5