Data di uscita 13 Ottobre 2017
Genere JRPG/Hack’n’Slash
Modalità di gioco Singleplayer
Piattaforme PlayStation 4, PlayStation 4 Pro
Sviluppato da Compile Heart/Tamsoft/Idea Factory
Distribuito da Idea Factory
Versione testata PlayStation 4
Cover

La serie di Hyperdimension Neptunia è estremamente longeva. Con il suo primo capitolo uscito nel 2010, ha continuato a sfornare titoli su titoli con una velocità quasi allarmante, arrivando a contare 4 giochi della saga principale, 5 spin-off (di cui questo in sede di recensione è il sesto), e 3 remake. Il fatto che questa serie continui imperterrita a proporre, di media, più di un’iterazione all’anno, è la prova della sua qualità (o forse dell’interesse nel continuo fanservice offerto dalle succinte protagoniste). Se di base la serie di Neptunia propone jrpg, con questo spin-off si addentra nelle meccaniche degli MMORPG, seppur in maniera artefatta e non tentando un reale approccio online. Vediamo insieme di cosa si tratta.

Cyberdimension Neptunia: 4 Goddesses Online

Personaggi di un gioco dentro un gioco

Così come accadeva in precedenti opere come per esempio Hack.Sign, in Cyberdimension Neptunia: 4 Goddesses Online le nostre divinità protagoniste (che regnano su nazioni che rappresentano le varie case videoludiche, rendendo la serie a tutti gli effetti una rappresentazione satirica delle console war) vengono invitate a partecipare alla versione Beta di un nuovo MMORPG. Dato che le nostre eroine sono estremamente ligie al dovere e pronte al serio lavoro per le loro nazioni, non perdono un attimo e si tuffano a giocare sfuggendo così alle loro mansioni. Entrano quindi nel mondo virtuale di Asgard, dove la leggenda narra che il re dei demoni verrà presto risvegliato e potrà essere sconfitto solamente dalle guerriere prescelte. Le 4 ragazze quindi procedono a vivere delle avventure volte a potenziare i propri personaggi e ottenere equipaggiamenti in visione dello scontro finale, in una storia decisamente scialba e senza altri risvolti.

Tra un dungeon e l’altro, in ogni caso, non mancheranno enormi quantità di immagini e dialoghi fanservice, tra scene di vedo-nonvedo e dialoghi quasi sempre volti alla misura del seno di uno dei personaggi. Se si riesce a sopportare ciò, tuttavia, l’umorismo del titolo è sempre molto divertente soprattutto grazie a un continuo sfondamento della quarta parete mentre “già si sfonda la quarta parete”: solitamente, nei vari giochi, le protagoniste non esitano a rivolgersi direttamente al giocatore; in questo titolo oltre a fare ciò, le ragazze parlano all’interno di un mondo virtuale, discutendo spesso su fattori decisamente non in-character di questioni del loro mondo o usando toni e linguaggi usati dai veri videogiocatori di MMORPG, che finiscono con l’uccidere tutta la magia dell’interpretazione e dell’atmosfera.

Cyberdimension Neptunia: 4 Goddesses Online

Da 4 a 12

Per quanto riguarda invece il gameplay, questa volta gli sviluppatori hanno superato sé stessi, proponendo uno stile di gioco frenetico, interessante, e molto diversificato a seconda dei personaggi che decideremo di usare. Dalle 4 ragazze disponibili inizialmente arriveremo a possedere ben 12 personaggi, ognuno dei quali avrà un ruolo ben preciso all’interno del party proprio come accade nei veri MMORPG. Avremo a disposizione tank, maghi, curatori, dps e così via, controllando l’eroina che preferiamo mentre le altre saranno comandate da un’intelligenza artificiale tutto sommato decente e a cui possiamo comunque dare ordini tramite uno speciale menù. Come già detto la storia non è delle più entusiasmanti e nemmeno delle più longeve, tuttavia saranno presenti in grandi quantità sidequest e missioni secondarie più o meno importanti da affrontare nel puro stile hack’n’slash del titolo, senza dimenticare la personalizzazione degli equipaggiamenti e degli accessori delle guerriere. Per coloro che vogliono staccare un po’ dalla storyline principale sarà anche possibile giocare alcune quest speciali in co-op online con altre persone, aumentando leggermente la longevità grazie ad una piccola componente multiplayer.

Per quanto riguarda il comparto tecnico è tutto molto colorato e ben realizzato, tuttavia i fan storici della serie non faticheranno a notare che i modelli della maggior parte dei personaggi sono riciclati da quelli degli scorsi capitoli, seppur con qualche leggera rifinitura. La colonna sonora presenta tracce orecchiabili, senza infamia e senza lode.

Cyberdimension Neptunia: 4 Goddesses Online

PRO
Fanservice calibrato per non essere presente ogni minuto

Gameplay divertente e frenetico

CONTRO
Nessuna storia
Quest principale molto breve
Modelli dei personaggi riciclati

Commento

Cyberdimension Neptunia: 4 Goddesses Online è un “finto” MMORPG con le protagoniste della serie di Hyperdimension Neptunia. Il titolo è indubbiamente divertente, sia per quanto riguarda il suo gameplay calibrato, frenetico e strategico, sia per quanto riguarda le continue battute esilaranti con continuo fanservice e doppia rottura della quarta parete. Si intravede di fondo una certa pigrizia per quanto riguarda la lavorazione dei modelli poligonali e per la brevità della storia principale, ma se siete in cerca di un titolo spensierato, non incentrato su una bella trama ma che debba semplicemente farvi ridere e divertire, probabilmente questo fa per voi.
7