Nintendo ci ha ammaliato con la bellissima strega di Umbra, Bayonetta è tornata!

Data di uscita 24 Ottobre 2014
Genere Action
Modalità di gioco Singleplayer,Multiplayer
Piattaforme Wii U
Sviluppato da Platinum Games
Distribuito da Nintendo
Versione testata Wii U
Cover

Le leggi di mercato a volte non perdonano, un gran gioco, come fu qualche anno fa Bayonetta, non ebbe vendite troppo esaltanti, anche se buone, influenzando SEGA nella decisione di non creare un seguito del gioco.
Bayonetta 2 non avrebbe mai visto la luce se i capi di Nintendo non avessero deciso di finanziare il progetto dei Platinum Games, accaparrandosi un’esclusiva particolare, forse lontana dai progetti che di solito ama produrre la casa di Kyoto. Scopriamo insieme se i padri di Super Mario, Zelda e Donkey Kong hanno avuto la giusta intuizione.

Bayonetta 2-recensione-1

Storie stregate

La storia di Bayonetta parte subito con il piglio giusto, dopo un breve prologo vi ritroverete in un furioso combattimento in città mentre la nostra strega è intenta a fare shopping, a dare una mano alla bella Bayonetta arriverà Jeanne, strega conosciuta nel primo capitolo della saga. Al termine del combattimento, Bayonetta richiamerà un demone per finire il nemico, inaspettatamente però la creatura invocata sfugge al controllo della protagonista, uccidendo difatti Jeanne staccandogli di netto l’anima dal corpo.
Quello che scopriamo subito dopo è che una strega non muore immediatamente, la sua anima finisce all’inferno ed anche se per poco tempo, è possibile salvarla dalle grinfie delle fiamme eterne, Bayonetta quindi si lancerà al soccorso dell’amica in pericolo.
Con questo breve incipit partirà la nostra avventura, ma ve lo assicuriamo, non avete la minima idea di quello che vi troverete davanti, la storia è un turbinio di follie spettacolari, quando penserete di aver visto di tutto arriverà un nuovo colpo di scena o un nuovo combattimento, pronto a far spalancare la vostra mascella.

Uomo di poche parole

Dopo l’annuncio dell’esclusività di Bayonetta 2 per Wii U, vari giornalisti chiesero a Kamiya il perché di tale scelta, la risposta fu alquanto eloquente “Senza il supporto di Nintendo, questo gioco non sarebbe mai esistito”.

Bayonetta 2-recensione-2

La storia ha forti collegamenti con il primo capitolo della serie, consigliamo quindi di recuperarlo, cosa quanto mai semplicissima dato che con pochi euro in più potrete portarvi a casa l’edizione speciale del gioco, accompagnata dalla trasposizione fisica del capostipite della serie, tra l’altro arricchito di nuovi costumi in stile Nintendo che non vi vogliamo svelare.
Ritorna lo stile di narrazione che abbiamo conosciuto con la prima apparizione della strega, troveremo quindi delle cutscene alternate a momenti di narrazione con immagini statiche, accompagnate dalle voci dei protagonisti e dalla musica.

Bayonetta 2-recensione-3

The Umbra Witch Botte

In una produzione dove l’attività principale da svolgere è dispensare botte a destra e a manca, il sistema di combattimento è vitale, il vero e proprio cuore pulsante del gioco.
Il sistema di combattimento di Bayonetta 2 è qualcosa che rasenta l’eccellenza, dalle combo basate sul ritmo di pressione dei tasti, alla possibilità di potenziare il colpo finale di una combo tenendo premuto l’ultimo tasto pigiato.
La schivata gioca un ruolo fondamentale, dato che schivando esattamente nell’ultimo istante possibile rallenterete il tempo per pochi secondi, attivando un bullet time denominato Sabbath temporale, avendo quindi la possibilità di attaccare i nemici che si ritroveranno completamente inermi.
Altro elemento utilissimo sarà il vostro potere magico, rappresentato su schermo da alcune sfere che si riempiranno di energia, ebbene quando la vostra barra sarà completa, potrete utilizzare l’Apoteosi di Umbra, un potenziamento temporaneo a tutti i vostri attacchi sia per quanto riguarda il raggio d’azione che la potenza.

Bayonetta 2-recensione-4

Tornano anche le mosse torturanti con cui finire il proprio nemico, utilizzabili a patto di consumare energia magica, rinviando una possibile Apoteosi di Umbra.
Ma gli elementi non finiscono qui, sono presenti vari tipi di armi, acquistabili in un negozio spendendo aureole, la valuta del gioco, ogni strumento di morte ha un proprio moveset e delle proprie caratteristiche di raggio, velocità di attacco, forza e tipologia di attacco potenziato per completare una combo; inoltre potrete equipaggiare una tipologia di armi alle braccia ed un’altra tipologia alle gambe, creando un equilibrio perfetto per spazzare via i nemici che irromperanno nel vostro cammino.
Potrete infine acquistare nuove combo per aumentare la già vastissima rosa di combinazioni.
Alla luce di tutti questi elementi, nonostante il fatto che il padre di Devil May Cry Hideki Kamiya sia passato al ruolo di supervisore, è impossibile non notare la cura maniacale ai dettagli, tutto è calcolato e niente è lasciato al caso, anche se in alcune Boss Battle farete un po’ di fatica a tener d’occhio tutti i numerosi elementi presenti sullo schermo.
È stata aggiunta anche la possibilità di utilizzare lo schermo touch del Wii U Gamepad come input dell’attacco, ma ci è risultata una scelta poco sensata, dato che scegliere di usufruire di tale sistema di controlli tradisce totalmente la bellezza e il divertimento del sistema di combattimento.
Risulta quindi poco sfruttato lo schermo touch del Pad, oltre a poter leggere dei documenti e selezionare le voci del menù non avrete altri motivi per utilizzare le sue funzioni.

Bayonetta 2-recensione-5

 In due è meglio

La longevità del gioco è ottima, dopo aver affrontato per la prima volta la campagna principale avrete ancora tante sfide pronte ad aspettarvi. Innanzitutto merita una menzione la difficoltà del gioco, alla difficoltà media da noi affrontata per la prima run, denominata 2°apoteosi, il livello di sfida è stato ben calcolato e mai frustante, ma la vera sfida è rappresentata dal sistema di medaglie.
Dopo ogni combattimento verrà valutata infatti la vostra prestazione: quanto tempo avrete impiegato, il punteggio totalizzato dalle vostre combinazioni di attacchi e quanti colpi avrete ricevuto. Per ottenere la medaglia massima, il platino puro, dovrete essere perfetti, non subendo neanche un colpo e sconfiggendo i nemici in maniera tempestiva e varia.
Tutte le medaglie che otterrete faranno una media che vi darà un premio alla fine del capitolo.
La scalata al completamento totale del gioco è assai lunga, considerando anche le varie difficoltà e i segreti.
Tra uno scontro e l’altro dovrete esplorare i livelli in cui vi muoverete, dato che l’esplorazione verrà premiata da lecca-lecca curativi molto utili, oppure nuove armi.
Troverete anche dei piccoli portali che vi porteranno ad una dimensione parallela, il Muspelheim, dove affronterete delle rognose sfide, utili per ottenere preziosi oggetti che aumenteranno permanentemente le vostre barre di salute ed energia magica. Anche in queste sfide particolari otterrete delle medaglie, se non le affronterete la vostra “media-trofeo” sarà penalizzata, precludendovi l’ottenimento dei trofei migliori.
Presenti anche dei collezionabili, rappresentati da corvi da trovare nei livelli di gioco, che vi daranno l’accesso a nuovi timbri per la funzione Miiverse.

E Dante?

Bayonetta nacque dall’insoddisfazione di Kamiya della strada presa dalla sua precedente creatura, Devil May Cry, questa serie ha subito un reboot, DmC, a cura dei Ninja Theory, uscito nel 2013.

Bayonetta 2-recensione-6

Sarete portati quindi all’esplorazione di ogni angolo dei livelli, dovrete però essere molto rapidi nella ricerca, dato che anche il tempo di completamento del livello è soggetto di valutazione, fortunatamente avrete sin da subito la possibilità di trasformarvi in pantera per velocizzare le operazioni.
Se volete cimentarvi in una sfida tutta nuova, fa la sua comparsa per la prima volta una modalità cooperativa/competitiva, la Doppia Apoteosi, potrete cercare utenti online con cui affrontare una serie di sfide, rappresentate tramite tarocchi che sbloccherete nel corso della campagna principale.
Prima di ogni sfida verrà richiesto ad uno dei due partecipanti di piazzare una scommessa in aureole, più sarà alta la scommessa, più sarà ardua la sfida da affrontare, vi ritroverete quindi a combattere i nemici fianco a fianco con l’altro giocatore, ma nel contempo sarete chiamati a giocare nel migliore dei modi per poter vincere la posta in palio.
In questa modalità abbiamo notato dei piccoli cali di frame rate, che però non rovinano l’esperienza di gioco.

Bayonetta 2-recensione-7

You look so good

Graficamente Bayonetta 2 è un’esplosione di colori, avrete costantemente un numero altissimo di elementi su schermo, sia nelle vicinanze ai nemici che affronterete, sia nello sfondo, magari dove stanno infuriando battaglie ricche di esplosioni.
La bella strega vi ammalierà con le sue curve e la sua caratterizzazione, è piacevole notare un cambio di look dei personaggi canonici della serie, atta a rappresentare l’evoluzione della storia.
Come vi abbiamo accennato prima il gioco gira perfettamente anche nel piccolo schermo del Wii U Gamepad, quindi l’esperienza di gioco non viene rovinata dal passaggio di schermo.
Il sonoro è ben fatto, avrete un audio in inglese con sottotitoli in italiano, la recitazione dei personaggi è ottima, donando carisma ai nostri eroi.
La colonna sonora è piacevolissima, con canzoni pop coverizzate in certe parti per donare leggerezza, mentre negli scontri più ostici avrete cori in latino che incalzeranno l’azione, innalzando l’epicità della scena vissuta.

Bayonetta 2-recensione-8

PRO
Combat System eccellente
Rigiocabilità altissima
Spettacolare oltre ogni limite
Potete acquistare anche il primo Bayonetta ad un prezzo bassissimo

CONTRO
Qualche piccolo calo di frame rate
Trama un po’ troppo “particolare”
Lo schermo del Wii U Gamepad risulta poco sfruttato

Commento

Bayonetta 2 è l’evoluzione naturale di Devil May Cry e del capostipite della serie, il Combat System rasenta l’eccellenza, con combo spettacolari e devastanti, sarete chiamati ad approcciarvi perfettamente al sistema di controlli, dato che il button mashing non vi darà aiuto, soprattutto nelle sfide del Muspelheim. Nintendo ha fatto centro accaparrandosi un’esclusiva di grande livello, che farà la gioia di qualsiasi possessore di Wii U. Il nostro consiglio è dunque quello di acquistare il gioco, se siete cresciuti con il cacciatore di demoni Dante e avete voglia di menare le mani, Bayonetta 2 vi darà ciò che cercate.
8