Visto l’impatto mediatico portato dal nuovo Uncharted 4: Fine di un Ladro, PlayStation ha prodotto una serie di piccoli documentari chiamati “Conquer The Uncharted”.

I filmati sono chiaramente ispirati alle gesta di Nathan Drake, di seguito i primi due video e il comunicato di Sony:

Il primo a raccogliere il guanto di sfida è stato Leo Houlding, il più famoso avventuriero britannico moderno, che non si è lasciato sfuggire l’opportunità di scalare i 350m dei celebri Pilastri della Saggezza, nel deserto del Wadi Rum (Giordania). Proprio come Nathan Drake, Leo Houlding ha rischiato la vita scalando la parete senza l’uso di corde. “Questa è decisamente un’avventura in stile Uncharted” ha dichiarato Leo prima di tentare la scalata.

Il secondo atleta che ha risposto alla chiamata di PlayStation, decidendo di affrontare le proprie paure in un’impresa mozzafiato è Pedro Oliva, kayaker: per l’occasione, lo spericolato brasiliano ha scelto la cascata del Juarena, nel Mato Grosso (Brasile). “Il Mato Grosso è l’inferno verde dell’Amazzonia, l’ultimo spicchio di foresta inesplorata sulla Terra”- dice Oliva prima di imbarcarsi in questa avventura – “Se osservo la cascata non posso che trovarla simile allo scenario di Uncharted 4”. Cinque anni fa, quando vide la cascata per la prima volta, si disse di non essere ancora pronto per un’impresa di tale portata. Adesso invece ha deciso di gettare il cuore oltre l’ostacolo. Un kayak, una discesa verticale di 25mt e le paure di Pedro: come andrà a finire questa fantastica sfida?