Durante un evento Microsoft, sono state fatte alcune domande a Phil Spencer riguardo la questione delle esclusive Xbox in arrivo su Windows 10. Ebbene, è emerso che egli è consapevole del fatto che tutto questo non spingerà gli utenti PC ad acquistare una console, ma che l’obiettivo di Xbox One è dare la migliore esperienza di console gaming su TV possibile.

Redattori di Polygon:

“Prendiamo ad esempio un giocatore PC appassionato che ama Steam, possiede una configurazione potente e così via. Se fossi nei suoi panni, perché dovrei comprare una Xbox One? Quale motivo potrebbe spingermi a farlo?”

Phil Spencer:

“Non c’è un motivo. E non sto provando a farvi comprare una Xbox One. Sapete, qualcuno mi ha chiesto se l’arrivo di Forza 6: Apex fosse un modo per far comprendere agli utenti PC quanto fosse valida la serie e spingerli ad acquistare una Xbox One. Ebbene no, non è quello il nostro piano. Dunque gli utenti PC potrebbero non voler acquistare una Xbox One, e mi va bene. Penso ci sia qualcosa di davvero unico nel videogiocare collegati alla TV a tre metri di distanza, con un controller in mano, seduti magari l’uno accanto all’altro mentre ci scontriamo o affrontiamo una cooperativa. È una cosa ben diversa dal giocare su PC a sessanta centimetri dallo schermo, con una tastiera e un mouse, o finanche un controller. Il nostro obiettivo è quello di creare la migliore esperienza di console gaming su TV possibile, e se decidete che volete acquistare sia un PC da gioco che una Xbox One, il fatto che Microsoft sia presente su entrambe le piattaforme non potrà che essere un vantaggio”.

Phil Spencer

Condividi
Articolo precedenteSold Out ha annunciato una collaborazione con Rebellion per Sniper Elite 4
Articolo successivoDevil May Cry 5, con un ritorno alle origini?
Disincantato sognatore, ama la libertà d’azione e l’esplorazione. Onnivoro consumatore, ha affinato il proprio gusto con titoli del calibro di Dishonored e BioShock, odia le etichette e la disinformazione. Approdato recentemente nel mondo della critica videoludica cerca di trasferire in tutto quello che fa un’acuta riflessione sul medium e un pizzico di fantasia, crede fermamente nella “nobilitazione” del videogioco.