Luckey Palmer Oculus Rift

Come abbiamo scritto qualche ora fa, Oculus VR ha dato il via ai pre-order del visore a realtà virtuale “Oculus Rift”, il prezzo di vendita ha sicuramente fatto scalpore si parla di 599 dollari negli USA e 699 euro in Europa, con tanti utenti delusi aspettandosi una cifra vicina ai 350$.

Su Reddit Luckey Palmer ha cercato di spiegare i motivi che hanno portato a questa decisione:

“A quei tempi molti retailer dicevano che il Rift sarebbe costato 1500 dollari, ed ero frustrato perché tante persone pensavano che il prezzo sarebbe stato quello. A essere perfettamente onesti, il nostro errore più grosso è stato quello di pensare di aver creato delle aspettative plausibili.”

Dunque Oculus VR, spaventata dalle errate dichiarazioni provenienti dai vari store, ha parlato di 349 dollari per cercare di smorzare la falsa propaganda.

specialevr6oculusrift

Luckey continua dicendo: “Un altro problema è che la gente guardava alla tecnologia del secondo kit di sviluppo, che costava 350 dollari ma era molto meno avanzata, e pensava che la versione finale del visore avrebbe avuto un prezzo simile. Si tratta di una deduzione che io e l’azienda non abbiamo avuto la prontezza di smentire.”

Dunque secondo lo sviluppatore il prezzo è consolo alla tecnologia utilizzata, naturalmente con l’andare avanti della produzione i costi diminuiranno, potendo rendere il visore accessibile alle tasche di chiunque.

Condividi
Articolo precedenteNel 2016 arriveranno più di cento giochi su Oculus Rift
Articolo successivoBethesda non realizzerà mod per Fallout 4, saranno gli utenti a farlo
Vice direttore di Gamesquare.it, specializzato in giochi Stealth, Action e Shooting, odia con tutto se stesso i titoli Platform (per sua innata incapacità con questo genere). Si è avvicinato al medium videoludico durante la settima generazione di console, alternando momenti di gaming compulsivo a settimane di completo relax elettromagnetico. Pur avendo un altro lavoro, dedica gran parte del suo tempo libero allo sviluppo di questa piccola realtà online.