Cari lettori e lettrici, prima di iniziare vorrei rendervi partecipi del fatto che questo articolo, vista l’enorme quantità di materiale e contenuti, era nato come video, ma, per motivi strettamente redazionali, si è trasformato in uno speciale scritto, quindi mi scuso in anticipo se do per scontato che alcune informazioni basilari le sappiate già.
Da quando Nintendo ha deciso di annunciare NX al Mondo, la mia curiosità sul saperne di più mi ha fatto, e tutt’ora mi fa, navigare in rete alla ricerca di qualche rumor, qualche informazione o, perché no, qualche fantasia sulla nuova console della grande N. Ecco che allora, dopo mesi e mesi di notizie più o meno verosimili, e soprattutto dopo gli ultimi annunci ufficiali di Nintendo di cui parleremo in seguito, ho iniziato a fare considerazioni che vorrei condividere con voi; ma andiamo con ordine.

Nintendo NX Fake

Cosa si dice

Tutti diamo per scontato che NX, nome ancora non ufficiale, ricordiamolo sempre, sia una console ibrida. Il pensiero comune è che ormai le console portatili non abbiano più senso di esistere, sono già state sorpassate da smartphone e tablet, e dunque vedere un nuovo 3DS da qui a uno due anni è davvero improbabile, pensiero, questo, che sembra essere confermato dal recente interesse di Nintendo per il mercato mobile (qualcuno ha detto Miitomo e Pokémon Go?).
Ed allora perché Nintendo dovrebbe creare una console ibrida? Che senso avrebbe andare in giro con un Super Mario Android sul nostro smartphone quando possiamo avere un Super Mario NX, un vero e proprio nuovo capitolo della saga, sul nostro nuovo dispositivo portatile NX? Nonostante viviamo in un Mondo in continua evoluzione, ed il mercato dei videogiochi non fa eccezione, Nintendo ha sempre cercato di rimanere fedele a se stessa, di non cercare di copiare ma di creare qualcosa di nuovo, sempre però avendo come priorità soltanto una cosa: il gioco. Che Nintendo stia per buttarsi nel mobile con un suo smartphone/console? Una sorta di 3DS incorporato in uno smartphone di ultima generazione? In questo caso potremmo giocare sia per strada, con la parte mobile, che in casa con l’apparecchio NX fisso. D’altronde proprio due giorni fa sono spuntati sulla rete dei brevetti Nintendo sulla costruzione di cellulari molto simili ai vecchi Nokia, e se vogliamo dare seguito alle coincidenze si dice anche che il sistema operativo di NX sarà Android, modificato a dovere.
Una cosa che però mi ha lasciato perplesso è la totale assenza di rumor sulla realtà virtuale: possibile che mentre la concorrenza, sia su pc che su console, è in procinto di mettere sul mercato il proprio visore, Nintendo la snobbi del tutto? Possibile che nessuno, neanche la voce meno affidabile, abbia parlato di VR inclusa in NX?
L’unica cosa certa che sappiamo è che se la casa di Kyoto da un lato non vede di buon grado questa nuova tecnologia, percepita come troppo “individualistica” e lontana dalla concezione di gioco come esperienza collettiva, soprattutto per quanto riguarda il multiplayer locale, dall’altro in passato aveva già proposto il tristemente famoso Virtual Boy, segno che Nintendo aveva già viaggiato nel futuro.
Personalmente non penso che la grande N sia così sprovveduta da dire no a priori alla VR nel 2016, probabilmente qualcosa bolle in pentola, ma forse per un futuro più lontano, nel mentre possiamo stare certi che, zitta zitta, Nintendo guarderà con molto interesse lo sviluppo sul mercato di PlaystationVR.

Nintendo NX Bozzetto

Cosa si spera

Fino ad ora abbiamo parlato degli aspetti di NX più in evidenza, quelli più chiacchierati, ma da Nintendo tutto tace. Dall’annuncio di NX non abbiamo ricevuto una conferma ufficiale sui rumor così come nessuna smentita, celebre la totale assenza di Nintendo in risposta ai due fake del nuovo controller NX, il che fa pensare ad una mirata strategia di marketing della grande N per mantenere alta l’attenzione per tutto il periodo di sviluppo su NX.
Il non aver quindi nessuna notizia certa, può farci tranquillamente sognare con la fantasia: sulla rete ho letto di tutto, tantissimi desideri dei fan Nintendo e non su cosa vorrebbero fosse NX, così, preso da cotanto hype, pure io ho cercato di immaginare la mia console del futuro.
Tanto per cominciare è dovere dire che i videogiocatori si dividono al giorno d’oggi in due classi: i conservatori ed i non conservatori. Io faccio parte della vecchia guardia, quindi si all’innovazione ma con le dovute precauzioni.
Per quanto mi riguarda, giocare sul divano con un controller classico in mano rimane il miglior modo per gustarsi un gioco, niente volanti, niente pistole, niente Wiimote, niente portatili; una televisione ed un controller coi suoi tasti. Punto. Non voglio dire che dobbiamo rimanere allo SNES, ad esempio il tanto bistrattato paddone per Wii U si rivela sempre molto utile quando in casa c’è anche la donna, ma ad andare a cercare forme e modi stravaganti per poter muovere il nostro personaggio preferito non la trovo una cosa così utile, piuttosto usiamo le stesse energie per creare giochi. Ecco, i giochi.
Per chi ha studiato, notare una similitudine inquietante tra il mercato odierno ed il mercato pre crisi del 1983 non è tanto difficile: tanti dispositivi tutti simili, su cui girano tanti giochi simili, i quali spesso sono copie del passato. Ecco perché nonostante questo hype che ci e mi circonda su NX, io mi sforzo di pensare solo ai futuri giochi, continuo a sperare a qualche novità strettamente legata al gameplay, a qualche nuova IP, e non solo ad avere una macchina ultra tecnologica ma vuota di contenuti. Wii U in questo senso l’ho amata, nonostante i suoi innegabili difetti i giochi li ha avuti, e che giochi. Fatto sta che questo mio auspicio, sia chiaro, si propaga anche al resto del mercato, la nuova generazione videoludica non può permettersi una continua saturazione del mercato, c’è bisogno di concorrenza vera, di idee nuove, altrimenti il rischio di una nuova crisi è dietro l’angolo.

Nintendo-NX-Controller

Cosa si sa

Negli ultimi anni lo zoccolo duro dei fan Nintendo si è sentito un po’ messo da parte, prima con Wii poi con un parco giochi Wii U che poteva e doveva essere più ampio, ma tra 3DS e le speranze per il futuro, la fiducia non si è mai smarrita. Poi è successo qualcosa.
Due settimane fa Nintendo ha deciso finalmente di parlare di NX, di dire perlomeno qualcosa dopo mesi di silenzio, precisamente sono state chiarite due cose: NX non sarà presentata all’E3 2016 e Zelda U uscirà solamente a Marzo 2017 con NX ed in doppia versione: quella per Wii U ed, appunto, quella per la nuova console di Nintendo.
Da fan, inutile nasconderlo, quando ho letto queste notizie mi è dapprima sopraggiunto lo sconforto per fare posto poi alla rabbia: “Ma come, nel trentesimo anniversario di Zelda non esce niente? Ci hanno preso in giro dall’E3 scorso? NX salterà non solo l’E3 2016, ma anche Natale 2016? E Wii U? La strategia di non annunciare nessuno gioco da qui a Marzo 2017, se non Paper Mario, ne sancisce la sua morte prematura”.
Questo è stato il mio stato d’animo per settimane, fino a quando mi sono un po’ calmato ed ho provato a trovare una spiegazione a tutte queste domande.

Zelda NX

– Questione Zelda: C’ho pensato e ripensato, ma davvero non ho trovato risposta, tutto ciò non ha semplicemente senso: ignorare il compleanno di una delle saghe più riuscite della storia è una scelta sbagliata sotto tutti i punti di vista, tra l’altro quando nello stesso anno si pubblicizza in ogni dove un altro compleanno: quello dei 30 anni di Mario. E dire che bastava poco, anche una limited con amiibo dedicato sarebbe andata a ruba, ed invece niente, il nulla, dovremmo aspettare il prossimo E3 per poter vedere finalmente il nuovo Zelda, ma anche se fosse un capolavoro, come alcuni insider sostengono, i 30 anni di Zelda passeranno alla storia per non essere stati festeggiati in nessun modo.

– NX ed E3: Tutti noi ci aspettavamo la presentazione di NX al prossimo E3 così come la sua entrata sul mercato a Natale 2016, ma in effetti ce ne siamo convinti da soli, Nintendo non ha mai accennato al fatto che NX fosse presentata all’ E3 né tantomeno alla data di uscita. E’ vero, le nostre erano deduzioni in apparenza logiche, ma a quanto pare per l’azienda di Kyoto non lo sono, i motivi possono essere tanti, fatto sta che rimarremo a bocca asciutta fino al prossimo Direct dedicato interamente alla nuova console. Ecco cosa succede ad autoconvincersi di qualcosa. Eppure una speranza si cela ancora: se l’ E3 sarà dedicato interamente al nuovo Zelda, forse qualche nozione sui comandi per NX l’avremo, o perlomeno potremmo intuire qualcosa. O forse ci faranno vedere/giocare solo alla versione Wii U?

– Wii U è morta?: Da possessore di Wii U questa è la questione più dolorosa: davanti a noi si cela un anno vuoto, completamente vuoto. Eppure Nintendo, nonostante sia molto probabile, non ha mai dichiarato di non aver più titoli Wii U da annunciare, ha solo affermato che l’ E3 sarà incentrato su Zelda.
Certo, tutto porta a pensare che Nintendo sia interamente concentrata su NX, ma mai dire mai, lasciare morire una console come Wii U, comprata praticamente solo dai fan storici della casa di Kyoto, non è molto rispettoso, e questo penso che Nintendo lo sappia: non sempre un fan deluso rimane sulla barca, e lasciare WiiU ad un misero destino potrebbe essere una mossa a doppio taglio.