DOOM

Marty Stratton, executive producer di DOOM, durante un’intervista rilasciata a GameCentral, ha parlato del nuovo titolo di Bethesda, che sarà caratterizzato da un’ambientazioni più variegata rispetto al terzo capitolo:

Penso che visivamente ci fossero riferimenti perché si trattava di un’area industriale, magari dava quell’impressione, ma il gioco è molto variegato nelle sue ambientazioni

Il titolo darà la possibilità di poter esplorare liberamente la mappa, mantenendo quel clima goliardico visto nei primi due capitoli.

Ho lavorato su Doom III. Ho amato Doom III, ma credo si prendesse un po’ troppo sul serio. Doom I e II erano più sopra le righe, in stile fumetto e un po’ ingenui nell’approccio, e questa è sicuramente la nostra fonte d’ispirazione primaria.

Condividi
Articolo precedenteThe Witcher 3: CD Projekt RED a lavoro dopo le lamentele dei fan per i contenuti di Triss
Articolo successivoVideo gameplay dell’alpha di Star Wars: Battlefront
Vice direttore di Gamesquare.it, specializzato in giochi Stealth, Action e Shooting, odia con tutto se stesso i titoli Platform (per sua innata incapacità con questo genere). Si è avvicinato al medium videoludico durante la settima generazione di console, alternando momenti di gaming compulsivo a settimane di completo relax elettromagnetico. Pur avendo un altro lavoro, dedica gran parte del suo tempo libero allo sviluppo di questa piccola realtà online.