More

    Ecco a voi altre info, assolutamente non ufficiali, su Nintendo NX

    In attesa che Nintendo NX venga svelata fioccano rumor e indiscrezioni su quella che potrebbe essere la vera botta di Nintendo al mercato console. Questa volta la fonte è Dual Pixels, di seguito le info:

    • La console avrà un dongle HDMI che potrà essere collegato a qualsiasi display dotato di una porta HDMI. Per visualizzare le immagini sul televisore Nintendo NX utilizzerà una funzione di streaming che è l’evoluzione di quella presente su Wii U.
    • Gli stick analogici avranno dei motorini che simuleranno credibilmente tutto ciò che avviene a schermo. Urti, colpi, spari e quant’altro, restituiranno un feedback tattile al videogiocatore.
    • Nintendo NX può sincronizzarsi via Bluetooth praticamente a tutto: smartphone, tablet, si potrà addirittura rispondere a chiamate e a messaggi di testo.
    • La potenza è paragonabile a quella di Xbox One, ma la forza della console sarà nella grande accessibilità e facilità di programmazione. Praticamente tutti i giochi PlayStation 4 e Xbox One potranno girare su Nintendo NX con pochissime modifiche, soprattutto se i giochi sono progettati per Android oppure con Unreal Engine 4. Questo è il motivo principale del perché Nintendo ha spedito così tardivamente i dev kit.
    • Ci saranno alcune caratteristiche sociali e multiplayer ispirate al nuovo Pokémon GO. Presenti il multiplayer, AR e Street Pass, ma totalmente rinnovati.
    • Il reale punto di forza del dispositivo è la flessibilità e la facilità nell’utilizzo. Nintendo ha definito NX come un “figlio tra Samsung e il Nintendo 2DS”. Il sistema operativo, chiamato Nintendo OS, è potente e integra molte feature utili su mobile, la software house di Kyoto è infatti preoccupata che qualcuno lo scambi erroneamente per Android. Nintendo OS ha anche molte funzionalità di rete che permettono di creare un ecosistema in grado di avvolgere completamente l’utente.

    Articoli recenti

    Daniele D'Orefice
    Daniele D'Orefice
    Scrive della sua passione da quando aveva quattordici anni, dapprima su forum sperduti nella rete, e poi in realtà più note ed affermate. Adora i giochi di ruolo, gli strategici e gli immersive sim. Si lascia conquistare anche dalla scena indipendente.