More

    I lati grigi del Digital Delivery

    Delucidazioni sul mercato Digital Delivery e sugli store che vendono le famose CD-Keys

     

    Quest’oggi affronteremo un tema molto delicato, tant’è che molte testate lo evitano come la peste oppure lo affrontano di sfuggita senza approfondimenti, il DigitalDelivery (DD). Faremo luce sui motivi per cui questo fenomeno si è diffuso, fino a diventare uno dei settori più importanti dell’industria videoludica, e non solo.

    Partiamo con lo spiegare cosa si intende con il termine DigitalDelivery, o Distribuzione Digitale: si tratta di un sistema che permette di diffondere via Internet i contenuti multimediali, possono essere sotto forma di informazioni, prodotti o servizi.

    Grazie alla distribuzione mediante il World Wide Web (WWW) dei multimedia, è possibile aggiornarli costantemente e offrire ricchi contenuti per tutti gli utenti.
    Ad oggi questo fenomeno si è diffuso in scala mondiale, grazie al propagarsi della banda larga, dei dispositivi multimediali (PC e smartphone/tablet) e dei software di “facile utilizzo” (nel nostro caso, Steam).

    Anche noi di Gamesquare rientriamo nei contenuti DigitalDelivery, dato che offriamo recensioni,anteprime e news in maniera completamente gratuita ed esclusivamente in formato digitale.

    Insomma, è un fenomeno che ha colpito praticamente tutti i settori esistenti, ed è riuscito a diventare uno dei principali, se non il più importante, mezzo di diffusione dei multimedia.

    Quando il formato digitale non esisteva o era poco utilizzato, si doveva effettuare delle ricerche molto lunghe e in più posti, come librerie o giornalai, per riuscire a trovare ciò che ci interessava.
    Ad oggi, con l’avvento del digitale, è possibile trovarlo in pochissimo tempo e senza muoversi dal proprio salotto di casa.

    steam logo

    Analisi

    Ora proviamo ad affrontare questo tema con occhio critico, per evidenziare i lati positivi e negativi di questo sistema rivoluzionario.

    Dunque, il DD offre molti lati positivi:

    La Digitalizzazione: la possibilità, per chi offre servizi di informazione come le Testate giornalistiche, di percorrere una via defferente da quella della carta

    La Portabilità: si può trasportare migliaia di libri in un unica penna USB da 50 grammi

    Il Passaparola: riuscire ad ottenere, in tempi “brevi”, un vasto pubblico interessato al proprio prodotto

    La Statistica: è possibile avere una chiara visione delle vendite e visite effettuate/ricevute

    La Reperibilità: poter consultare 24h/24h e 365 giorni l’anno ciò che desideriamo

    La Periodicità: poter offrire dei prodotti periodicamente aggiornati e con contenuti sostanzioni alla portata di tutti gli utenti

    Evitare spese aggiuntive: è possibile ridurre i costi di produzione. Specialmente a chi svolge attività produttive che un tempo richiedevano obbligatoriamente uno spostamento fisico di persone e/o prodotti

    Si hanno però, come ogni altra cosa, anche dei lati negativi:

    Lo Sfruttamento: questo sistema è oltremodo sfruttato da ogni settore, quindi i nuovi arrivati faticano a crearsi un proprio spazio e vengono spesso “schiacciati” dai colossi già affermati nel settore

    From Quality to Quantity: calo generale della Qualità dei prodotti/servizi offerti, dovuto alla scelta di molteplici software house, e non solo loro, di preferire la Quantità a discapito della Qualità.

    La Violazione della privacy: c’è chi utilizza il DigitalDelivery per introdursi nella vita delle persone, in modo da fornire dati su cosa si possiede, si visita o ciò che si utilizza, alle società interessate. Questi dati, successivamente, vengono, spesso e volentieri, utilizzati per creare prodotti “esca”

    Il Falso Illegale

    gamestop insegna

    C’è chi dice che acquistare le Keys da i rivenditori “non autorizzati” sia illegale, ed altri che invece acquistano le Keys da questi siti perché credono che non sia illegale.

    Cerchiamo di analizzare questo evento senza schierarci da nessun lato, in modo da spiegare al meglio questo sistema.

    Nessuna legge impone che i giochi debbano essere acquistati dai rivenditori autorizzati dai Publisher (lo stesso vale per le schede video MSI che vengono acquistate da un qualsiasi rivenditore, anche se non riconosciuto da MSI stessa). L’importante è che il venditore deve fornire, tramite e-mail, una immagine, scannerizzata o fotografata, della Product Key presente nella custodia del gioco.

    Acquistando queste keys si può andare incontro a delle limitazioni. Se si acquista la Product Key di un gioco dedicato al pubblico Russo, saremo obbligati a giocare con la lingua russa, oppure ad utilizzare una conversione amatoriale (Sono escluse tutte le conversioni che utilizzano i file di gioco presenti nella versione di un altro paese, deve essere obbligatoriamente prodotta dalla community per definirsi amatoriale). Inoltre non tutti i giochi Russi o di altri paesi esteri hanno la possibilità di essere attivati, senza problemi, presso Steam/Origin/Uplay. In questi casi molti offrono un VPN per l’attivazione, ma si tratta di violare delle limitazioni adottate per il paese in questione, quindi si va incontro alla violazione delle regole.

    Come è possibile che questi siti riescano a vendere giochi, che presso altri venditori costano 50€ o 60€, ad un prezzo cosi basso?
    Le Keys che si possono trovare presso questi siti, vengono acquistate in altri paesi, da piccoli o grandi rivenditori, dove hanno un prezzo nettamente inferiore a quello nel nostro paese. In questo modo si assicurano che il gioco sia completamente legale, ed anche un prezzo decisamente competitivo che mette spesso in difficolta i classici venditori conosciuti da tutti.

    Insomma, in sintesi, acquistare le Keys da questi venditori è completamente legale e non dovrete preoccuparvi di ipotetiche violazioni di legge, inesistenti.

    Commentate e fateci sapere cosa ne pensato di questo, così detto, “Mercato Grigio“!

    Articoli recenti

    Il viaggio di Gamesquare.it è giunto al termine

    Gamesquare.it è arrivato alla fine del suo viaggio, è stata una bellissima esperienza, ma per varie motivazioni ci vediamo costretti a chiudere.

    Recensione Shining Resonance Refrain

    Shining Resonance Refrain ci mette alla guida di Yuma, ragazzo dentro il quale risiede lo spirito di un dragone, con il quale ci avventureremo in una storia piena di lacrime e sorrisi.

    Recensione Moonlighter – Il prezzo è giusto

    La nostra recensione di Moonlighter, rivoluzionario action RPG di Digital Sun e 11 bit Studios che ci metterà nei panni di uno strano avventuriero.

    I migliori 10 jRPG retrò

    Siete curiosi di vedere com'erano i jRPG fino a pochi anni fa? Con questa top 10 potrete rivivere gli anni d'oro del genere!

    Recensione The Spectrum Retreat

    La nostra recensione di The Spectrum Retreat, clasutrofobico puzzle game partorito dalla giovane e promettente mente di Dan Smith

    Dettagli sulla settima stagione di For Honor

    Sarà a breve disponibile la settima stagione di For Honor, ricca di novità e miglioramenti vari.
    Alessandro Finizio
    Alessandro Finizio
    Nato nel '92 e cresciuto a forza di FPS e GDR, oggi è un PCista convinto esperto di Sparatutto, Platform, MMO e RPG. Appassionato tanto ai videogiochi quanto all'informatica, Kley gestisce ogni aspetto tecnico di Gamesquare.it e scrive articoli sull'universo videoludico. Il gioco che ha amato di più è Lineage 2, ma oggi sbava al solo vedere StarCraft 2 e Ori and the Blind Forest!