Quello appena conclusosi è stato un anno incredibile per la scena videoludica. Il 2017 ci ha regalato ritorni con il botto e debutti in grande stile. Tra fenomeni di massa come PUBG, che ha macinato un record dopo l’altro, o titoli più di nicchia ma dall’indiscutibile valore, non possiamo assolutamente rimanere insoddisfatti. Mai come quest’anno si sono susseguiti, uno dietro l’altro, titoli che hanno ridefinito standard del settore e aperto nuove strade finora inesplorate. Inebriati dai successi del 2017, siamo pronti a guardare con grande fiducia al 2018, che si promette ricco di soddisfazioni e, perché no, sorprese. Come tradizione insegna abbiamo quindi deciso di premiare, a modo nostro, i titoli che sotto diversi aspetti si sono dimostrati degni di nota. Non è stata assolutamente una scelta facile.

GAME OF THE YEAR – The Legend of Zelda: Breath of The Wild

The Legend of Zelda: Breath of The Wild ha avuto una genesi parecchio travagliata. Annunciato per Wii U e posticipato più volte per fare da apripista alla (inizialmente sottovalutata) Nintendo Switch. A causa di tali ritardi, e del nefasto destino della povera Wii U, si erano posate diverse nuvole sul futuro della saga. TLOZ: Breath of The Wild le ha però disperse tutte irrompendo sul mercato come un lampo di luce, forte di un gameplay sensazionale e una direzione artistica da urlo. Le sue vette di eccellenza lo hanno reso il must have di quest’anno e non abbiamo remore alcuno a considerarlo una vera e propria killer app.

sacrari Zelda Breath of the Wild

MIGLIOR GAMEPLAY – Prey

Il gameplay è uno degli aspetti critici di un videogioco. Esso è il fulcro e il punto focale attorno al quale si collocano gli altri elementi di un titolo. Un gameplay di livello deve offrire divertimento ed immedesimazione, deve permettere al giocatore di sentire il sistema di gioco naturale, fluido e scorrevole. Non deve essere inutilmente ostico ne eccessivamente semplificato, e deve contemporaneamente mantenere alti i propri standard e innovare con decisione. Come è facile intuire è chiaro quanto sia difficile raggiungere ottimi livelli di gameplay, ma Arkane Studios ci è riuscita alla grande con Prey. Il titolo ci ha ammaliato con un sistema di shooting sopraffino e delle meccaniche inedite. L’atmosfera ci ha pervaso e ci siamo immersi completamente nel suo mondo. Ed è per questo che Prey si è meritato il premio per il miglior gameplay di quest’anno.

prey_news-2017-05-03

MIGLIOR NARRATIVA- NieR: Automata

Quella di NieR: Automata è una storia particolare. Il primo NieR era un titolo di nicchia, oggetto di culto da parte dei suoi seguaci ma rigettato da molti per una realizzazione tecnica non esattamente delle migliori. Faceva del suo punto di forza la narrativa, elemento che lo ha salvato dall’oblio mediatico consacrandolo nell’immaginario di chi fosse riuscito a giocarci. L’ultimo lavoro di Platinum Games, oltre a regalarci anche un action-adventure di altissimo spessore, è riuscito nell’ardua impresa di non sfigurare sotto tale aspetto rispetto al predecessore. NieR: Automata è un pazzo, enorme calderone di personaggi e situazioni in cui per vederne il fondo bisogna completare almeno tre volte il titolo. I suoi interpreti sono caratterizzati nei minimi dettagli e hanno uno sviluppo memorabile con l’incedere della trama, che vi promettiamo, non dimenticherete presto.

nier-automata-scatto-34

MIGLIOR SORPRESA – Cuphead

Bello, divertente e difficile, Cuphead è questo e molto altro. Titolo di esordio dello Studio MDHR, Cuphead è sicuramente uno dei titoli più memorabili e ammalianti di questo 2017. Sotto le spoglie di un run&gun, genere di primaria importanza nei tempi andati, Cuphead è un enorme omaggio in salsa retro. L’eccezionale stile grafico ricorda i classici Disney dell’infanzia ed il gameplay, seppur evoluto, è un dolce richiamo a tutte le serate che abbiamo passato in sala giochi davanti un Metal Slug qualsiasi. Cuphead è un titolo unico che ogni videogiocatore dovrebbe provare ed ammirare. Mille di questi Cuphead!

cuphead Anteprima

MIGLIOR ESPORT – Overwatch

Per il migliore esport abbiamo valutato molteplici fattori, fra i quali la qualità degli eventi tenutisi nel corso dell’anno ormai trascorso e le novità che questi giochi hanno portato nel panorama di riferimento. Per questi motivi abbiamo deciso di premiare Overwatch, lo shooter hero based prodotto da Blizzard, che si è contraddistinto con l’apertura della tanto attesa e discussa “Overwatch League”, la lega ufficiale dei professionisti creata e regolamentata da Blizzard stessa che inizierà ufficialmente a breve. Il premio arriva  per l’attenzione e la cura che hanno avuto gli sviluppatori, con l’introduzione di importanti novità che sosterranno il lavoro di tutti i caster dei tornei e renderanno più comprensibili le immagini sugli schermi dei fan. Una menzione d’onore va a League of Legends che ha fatto parlare molto di sé, grazie alla location e alla incredibile cerimonia di apertura dei mondiali.

overwatch-blizzcon-2016

IL PIU ATTESO – The Last of Us: Part II

Dopo aver snocciolato per bene questo 2017 appena passato, è giunta finalmente l’ora di guardare al futuro. Il 2018 ci sta aspettando con orde di titoli che promettono di regalarci tante ore di gioco e miriadi di emozioni indimenticabili. Tra tanto possibile ben di Dio, è in particolare il seguito di uno dei migliori giochi della scorsa generazione ad attirarci particolarmente. Esatto, nonostante la data d’uscita non sia ancora stata  ufficialmente fissata The Last of Us: Part II è il most wanted della redazione di Gamesquare.it. Ancora poco e potremo scoprire cosa è successo ad Ellie. Ancora poco.

the last of us