Superare l’opera originale di Final Fantasy VII: questo è l’obiettivo che si è prefissato Square Enix, e che ha fortemente suggerito nella richiesta di lavoro per Final Fantasy VII Remake. In mezzo agli annunci pubblicati dall’azienda troviamo la ricerca di un battle planner, con lo scopo di saper creare e pianificare specifiche tecniche di un sistema di battaglia che combina comandi e azioni, e un level planner, con la capacità di elaborare idee per i progetti di livello di ogni località, e implementare dati in Unreal Engine 4.

Ma Square Enix non si ferma qui. Insieme al messaggio tecnico delle figure specifiche che ricerca, inizia l’annuncio di lavoro con una comunicazione delle sue intenzioni, di ciò che ambisce e l’obiettivo a cui punta. Creare un’opera migliore del titolo più famoso della saga di Final Fantasy. Lascio qui uno stralcio dell’annuncio di lavoro rilasciato dall’azienda.

Final fantasy VII remake

“Non si parla di “remake”. La missione che ci è stata data è quella di “Creare”.
Final Fantasy VII è considerato il miglior capolavoro della serie,  amato in tutto il mondo, vantando oltre 11 milioni di vendite totali tra download e acquisti nel mercato globale. Anche oggi, dopo 20 anni dalla sua uscita, stima un grandissimo numero di fan.

Ed è così che è stato annunciato Final Fantasy VII Remake. Ma questo non è solo un remake, si vuole puntare ad una “nuova creazione”.

Un progetto per creare un titolo oltre l’originale sta iniziando in maniera completa.
Insieme ai creatori di prima classe, sfida le difficoltà più alte rispetto alla progettazione di nuovi titoli. Perché è un’opera che ha un certo impatto sul mondo, e sulla crescita stessa di un creatore. Creare una nuova visione del mondo preservando i concetti esistenti che gli utenti hanno, è un progetto che può essere raggiunto solo qui.”

Ricordo che Final Fantasy VII Remake è stato annunciato già nel 2015 per PC e PlayStation 4, in via di sviluppo da Square Enix. Non ci resta che attendere ulteriori novità su questo titolo tanto atteso.