More

    Fallout 4 e The Elder Scrolls non diverranno mai serie annuali

    Era scontato, ma ci piace sentircelo dire, soprattutto in un’industria che tende sempre di più a serializzare i prodotti, con grossi problemi di qualità ed innovazione: Bethesda non trasformerà mai la serie Fallout e quella The Elder Scrolls in giochi a cadenza annuale. Pete Hines ha affermato che non è nel loro DNA, ricordando come la software house avrebbe potuto rilasciare subito un seguito di Morrowind, che è uscito nel 2002, ma hanno atteso 4 anni per lavorare ad Oblivion. Lo stesso discorso riguarda Fallout 3, uscito oramai nel 2008 e che ora si appresta ad avere un seguito, in uscita il 10 novembre, a ben sette anni di distanza. Prendersi tempo tra una release e l’altra permette di curare ulteriormente il prodotto e di creare negli utenti il desiderio di un nuovo capitolo.

    Fallout 4

    Articoli recenti

    Il viaggio di Gamesquare.it è giunto al termine

    Gamesquare.it è arrivato alla fine del suo viaggio, è stata una bellissima esperienza, ma per varie motivazioni ci vediamo costretti a chiudere.

    Recensione Shining Resonance Refrain

    Shining Resonance Refrain ci mette alla guida di Yuma, ragazzo dentro il quale risiede lo spirito di un dragone, con il quale ci avventureremo in una storia piena di lacrime e sorrisi.

    Recensione Moonlighter – Il prezzo è giusto

    La nostra recensione di Moonlighter, rivoluzionario action RPG di Digital Sun e 11 bit Studios che ci metterà nei panni di uno strano avventuriero.

    I migliori 10 jRPG retrò

    Siete curiosi di vedere com'erano i jRPG fino a pochi anni fa? Con questa top 10 potrete rivivere gli anni d'oro del genere!

    Recensione The Spectrum Retreat

    La nostra recensione di The Spectrum Retreat, clasutrofobico puzzle game partorito dalla giovane e promettente mente di Dan Smith

    Dettagli sulla settima stagione di For Honor

    Sarà a breve disponibile la settima stagione di For Honor, ricca di novità e miglioramenti vari.
    Daniele D'Orefice
    Daniele D'Orefice
    Scrive della sua passione da quando aveva quattordici anni, dapprima su forum sperduti nella rete, e poi in realtà più note ed affermate. Adora i giochi di ruolo, gli strategici e gli immersive sim. Si lascia conquistare anche dalla scena indipendente.