More

    Easter Eggs: The Witcher 3 Blood and Wine

    Qui di seguito scoprirete le curiosità più nascoste, segreti e easter eggs inseriti dagli sviluppatori in The Witcher 3 Blood and Wine. Li abbiamo raccolti tutti in questa guida, è giunto il momento di osservare da vicino The Witcher 3 Blood and Wine.

    Easter Eegg dedicato a Dark Souls in Blood and Wine

    Tra i tanti easter egg che ci offre la nuova espansione Blood and Wine di The Witcher 3: Wild Hunt ce n’è anche uno relativo a Dark Souls. Ovviamente le informazioni che seguono possono essere spoiler, quindi non vi consigliamo di leggere se odiate le anticipazioni.

    L’easter egg in questione si trova durante la quest intitolata Beyond Hill and Dale, una delle ultime della storyline principale. Per trovarlo è necessario seguire dei semplici passaggi.

    • Sconfiggete il boss Cloud Giant.
    • Avvicinatevi al castello ma non oltrepassate l’arco.
    • Superate la ringhiera a sinistra in modo che vi troviate di fronte al castello con alle vostre spalle l’arena.
    • Scendete sulla sporgenza in basso e seguite il percorso fino ad una caverna
    • Vedrete qualcosa brillare nell’oscurità…

    Conficcata nel falò c’è anche una potente spada del livello 46 chiamata Gasheft, la quale ha tre slot per le rune e potenzia del 20% l’intensità di tutti i segni.

    Easter egg dedicato a Monkey Island in Blood and Wine

    In Blood and Wine sono presenti easter egg dedicati anche a saghe videoludiche che hanno fatto la storia dei videogame.
    Infatti alcuni utenti hanno trovato nel DLC un piccolo omaggio a Monkey Island. All’inizio della missione “Lupo rabbioso” farete la conoscenza di Pettine, un ragazzo identico nelle fattezze a Guybrush Threepwood.

    Easter egg dedicato a Portal in Blood and Wine

    Questo simpatico easter egg lo troverete durante la missione che vi porterà ad indagare sulla storia del professor Moreau. Nel suo laboratorio troverete svariati portali, guardate il filmato per scoprire come svelare l’easter egg.

    Easter egg dedicato al primo The Witcher in Blood and Wine

    Forse non tutti sanno che nel primo capitolo della saga di CD Projekt RED, ogni qual volta che il nostro Geralt affrontava un incontro piccante riceveva in cambio una carta osé. Bene in quest’ultimo DLC gli sviluppatori riescono ad inserire questo simpatico riferimento quando parleremo con una prostituta.

    carte sexy The Witcher

    Easter egg: riferimento alla parola DLC su un fazzoletto in Blood and Wine

    Ad inizio gioco troverete, incastrato su una rete da pesca, un piccolo baule con all’interno un fazzoletto con le lettere “DLC” incise sopra.

    Articoli recenti

    Il viaggio di Gamesquare.it è giunto al termine

    Gamesquare.it è arrivato alla fine del suo viaggio, è stata una bellissima esperienza, ma per varie motivazioni ci vediamo costretti a chiudere.

    Recensione Shining Resonance Refrain

    Shining Resonance Refrain ci mette alla guida di Yuma, ragazzo dentro il quale risiede lo spirito di un dragone, con il quale ci avventureremo in una storia piena di lacrime e sorrisi.

    Recensione Moonlighter – Il prezzo è giusto

    La nostra recensione di Moonlighter, rivoluzionario action RPG di Digital Sun e 11 bit Studios che ci metterà nei panni di uno strano avventuriero.

    I migliori 10 jRPG retrò

    Siete curiosi di vedere com'erano i jRPG fino a pochi anni fa? Con questa top 10 potrete rivivere gli anni d'oro del genere!

    Recensione The Spectrum Retreat

    La nostra recensione di The Spectrum Retreat, clasutrofobico puzzle game partorito dalla giovane e promettente mente di Dan Smith

    Dettagli sulla settima stagione di For Honor

    Sarà a breve disponibile la settima stagione di For Honor, ricca di novità e miglioramenti vari.
    Gaetano Speranza
    Gaetano Speranza
    Vice direttore di Gamesquare.it, specializzato in giochi Stealth, Action e Shooting, odia con tutto se stesso i titoli Platform (per sua innata incapacità con questo genere). Si è avvicinato al medium videoludico durante la settima generazione di console, alternando momenti di gaming compulsivo a settimane di completo relax elettromagnetico. Pur avendo un altro lavoro, dedica gran parte del suo tempo libero allo sviluppo di questa piccola realtà online.