Qui di seguito scoprirete le curiosità più nascoste, segreti e easter eggs inseriti dagli sviluppatori in Metal Gear Solid Ground Zeroes. Li abbiamo raccolti tutti in questa guida, è giunto il momento di osservare da vicino Metal Gear Solid Ground Zeroes.

Kojima “Cameo” Al termine di una delle missioni secondarie vi troverete a salvare la vita di Hideo Kojima, creatore della serie videoludica. In base a come avrete affrontato la missione, Kojima vi risponderà a tono. Seguite il video:

Kojima giocherella con il menu di selezione
Nuovo ester egg che vede protagonista Kojima, si mostra dopo aver completato la missione: Salvataggio agente segreto.
Vi basterà rimanere immobili per molto tempo e Kojima, aprirà il vostro menu facendo scorrere le missioni.

Metal Gear Solid 5 dopo i crediti
Al termine del game, dovrete pazientare e vedervi i titoli di coda, dopo ben 12 minuti apparirà una clip che riporta la futuro Metal Gear Solid 5.

https://www.youtube.com/watch?v=zrSsTcShXg0

DeepThroat presente anche in Ground Zeroes
Nel titolo è presente un riferimento al Ninja del primo Metal Gear, DeepThroat.

Tutti i loghi di Metal Gear
Giocando al titolo dovrete fare molta attenzione per scoprire questi ester eggs, in quanto sparsi per l’intero gioco sono presenti tutti i loghi utilizzati nella serie.
Se punterete il microfono direzionale verso i loghi, Miller vi descriverà brevemente il relativo titolo.

Problemi intestinali anche in questo capitolo?
Nel primo capitolo sicuramente ricorderete il soldato Johnny e le sue corse in bagno per problemi di stomaco, in Ground Zeroes passando vicino a bagni mobili sentirete in sottofondo i vocalizzi del ragazzo intento ad espletare i propri bisogni.

Condividi
Articolo precedenteTt eSPORTS presenta il Mouse Gaming Ventus dall’ottimo prezzo
Articolo successivoEaster Eggs South Park il Bastone della Verità

Vice direttore di Gamesquare.it, specializzato in giochi Stealth, Action e Shooting, odia con tutto se stesso i titoli Platform (per sua innata incapacità con questo genere).

Si è avvicinato al medium videoludico durante la settima generazione di console, alternando momenti di gaming compulsivo a settimane di completo relax elettromagnetico. Pur avendo un altro lavoro, dedica gran parte del suo tempo libero allo sviluppo di questa piccola realtà online.