Dopo le numerose polemiche scaturite dal reveal di Battlefield V per l’inclusione di personaggi femminili nella Seconda Guerra Mondiale, DICE è tornata sull’argomento.

La società di è detta molto sorpresa della reazione del pubblico e ha confermato che continuerà a preferire il divertimento e l’inclusione alla fedeltà storica.

Il General Manager di DICE, Oskar Gabrielson ha affermato: “Innanzitutto, fatemi chiarire una cosa. I personaggi femminili giocabili sono qui per rimanere. L’obiettivo del nostro studio è quello di creare dei giochi il più possibile inclusivi e diversificati.

Cerchiamo sempre di allargare i nostri confini e di creare esperienze inaspettate. Soprattutto, i nostri giochi devono essere divertenti. Lo scopo di Battlefield è sempre stato quello di farvi giocare nel modo che desiderate.

Ad esempio montando in tre su un cavallo al galoppo, con un lanciafiamme. Battlefield V vi permetterà anche di giocare nei panni di chi volete”.