Abbiamo già letto alcune informazioni sul nuovo Assassin’s Creed Origins di Ubisoft. Grazie al trailer visto durante l’E3 di Los Angeles, alcuni utenti non hanno accettato la presenza di errati richiami storici.

Infatti nel filmato si notava la presenza di un serpente gigante apparso in modo del tutto casuale. In molti si sono chiesti cosa sia o cosa rappresenti nella trama. Bene, il creative Director Ashraf Ismail, intervistato da OPM UK, risponde alle critiche affermando:

“Il serpente gigante, la quantità di domande che stiamo ricevendo a riguardo… vi dirò io una cosa sul serpente: Assassin’s Creed è un’esperienza verosimile. Voglio dire, abbiamo la Prima Civilizzazione, e questo aspetto è parte stessa del brand. Ma non inseriamo cose fantasy a caso. C’è una giustificazione per quel serpente, ma non credo vogliate che ve la spoileri. C’è un grande serpente, sì, e come può esistere per un ragazzo come Bayek? Ricordate che Assassin’s Creed è un’esperienza autentica e credibile. Non vogliamo sfociare a caso nel regno della fantasia, ad eccezione della Prima Civilizzazione.”

Condividi
Articolo precedenteSony ha deciso di alzare i prezzi dell’abbonamento al PlayStation Plus
Articolo successivoNuovo video dal Comic Con su Splatoon 2
Vice direttore di Gamesquare.it, specializzato in giochi Stealth, Action e Shooting, odia con tutto se stesso i titoli Platform (per sua innata incapacità con questo genere). Si è avvicinato al medium videoludico durante la settima generazione di console, alternando momenti di gaming compulsivo a settimane di completo relax elettromagnetico. Pur avendo un altro lavoro, dedica gran parte del suo tempo libero allo sviluppo di questa piccola realtà online.