More

    Condanna di un anno per un attacco DDoS ai server di World of Warcraft

    Nel 2010, un giovane cittadino rumeno di nome Calin Mateias era salito alla ribalta per essere stato estradato negli Stati Uniti dopo aver eseguito un attacco DDoS ai server del famoso MMORPG di casa Blizzard, World of Warcraft che costò all’azienda ben 30.000 dollari di danni. Ebbene, sembra che dopo ben 8 anni, si sia arrivati ad un punto di svolta per la vicenda.

    ddos-attackSebbene lo scorso mese, Calin aveva già risarcito Blizzard e nonostante la sua difesa aveva giustificato il tutto come “Un’azione motivata da un desiderio giovanile di vincere contro il suo avversario”, la corte di Los Angeles ha condannato il giovane rumeno ad un anno di reclusione nelle carceri federali, con l’accusa di aver causato danni ad un computer protetto intenzionalmente.

     

    Articoli recenti

    Il viaggio di Gamesquare.it è giunto al termine

    Gamesquare.it è arrivato alla fine del suo viaggio, è stata una bellissima esperienza, ma per varie motivazioni ci vediamo costretti a chiudere.

    Recensione Shining Resonance Refrain

    Shining Resonance Refrain ci mette alla guida di Yuma, ragazzo dentro il quale risiede lo spirito di un dragone, con il quale ci avventureremo in una storia piena di lacrime e sorrisi.

    Recensione Moonlighter – Il prezzo è giusto

    La nostra recensione di Moonlighter, rivoluzionario action RPG di Digital Sun e 11 bit Studios che ci metterà nei panni di uno strano avventuriero.

    I migliori 10 jRPG retrò

    Siete curiosi di vedere com'erano i jRPG fino a pochi anni fa? Con questa top 10 potrete rivivere gli anni d'oro del genere!

    Recensione The Spectrum Retreat

    La nostra recensione di The Spectrum Retreat, clasutrofobico puzzle game partorito dalla giovane e promettente mente di Dan Smith

    Dettagli sulla settima stagione di For Honor

    Sarà a breve disponibile la settima stagione di For Honor, ricca di novità e miglioramenti vari.
    Piermatteo Bruno
    Piermatteo Bruno
    Cresciuto a pane e Tekken 2, ora studia Game Design per poter esprimere la propria voglia di mettersi alla prova nell'industria che segue da 15 anni. Il suo sogno è lavorare per Lead Designer per le migliori software house nel mondo e portare a casa la pagnotta. Quindi sì, il lavoro di redattore è un ottimo inizio.