Il 9 gennaio la notizia è arrivata come un fulmine a ciel sereno, Scalebound è stato cancellato, e dopo i commenti di Microsoft e Phil Spencer arriva una breve nota da parte di Platinum Games,  tramite il sito ufficiale della compagnia, in merito alla vicenda.

La nota arriva da Kenichi Sato, Presidente e CEO di Platinum Games: “Siamo dispiaciuti per la cancellazione di Scalebound, specialmente per i tanti fan che avevamo dimostrato passione e interesse verso questo nostro progetto. Tuttavia, continueremo a lavorare per proporre esperienze di alta qualità, a partire da NieR Automata (in uscita a marzo) fino ai nostri prossimi titoli come Granblue Fantasy Project Re:Link e Lost Order. Ci scusiamo nuovamente e vi ringraziamo per il vostro supporto.

Ancora nessuna notizia da parte di Hideki Kamiya, ufficialmente in ferie per riposarsi e curare i problemi di salute legati al forte carico di stress subito negli ultimi mesi.

Scalebound GamesCom 5

Aggiornamento: E’ arrivato finalmente anche il commento di Hideki Kamiya, tramite il suo profilo Twitter: “Come avrete sentito, Scalebound è stato purtroppo cancellato. Mi spiace moltissimo per tutti quelli che aspettavano con ansia questo titolo. Sono spiacente di portarvi delle brutte notizie proprio all’inizio del nuovo anno, tutto ciò che posso fare per scusarmi è promettervi che continuerò a realizzare bei giochi. Lavorerò davvero sodo perché una cosa del genere non si verifichi mai più, dunque spero che continuerete a seguirci anche in futuro.

Ed in merito alle “ferie per malattia” Kamiya ha aggiunto: “Avrei preso una pausa a causa di problemi di salute mentale? Io? Non esiste…”