Data di uscita Q1 2019
Genere Azione, Avventura, Indie
Modalità di gioco Single-player
Piattaforme PC
Sviluppato da Illusion Ray Studio
Distribuito da Movie Games S.A.
Versione testata PC
Cover

Negli ultimi anni abbiamo notato come la presenza sul web di filmati che mostrano persone urlare terrorizzate davanti a qualcosa di spettrale possa aiutare le vendite, e il successo commerciale, di un gioco horror.
Sfruttando questo espediente Il team indipendente Illusion Ray Studio, con la pubblicazione della prima demo di The Beast Inside, sembra esser riuscito ad ottenere i consensi e le donazioni del grande pubblico per il suo survival horror. Infatti, la campagna Kickstarter da poco avviata è già sulla buona strada e siamo sicuri che raggiungerà l’obiettivo fissato a circa 38,000€ entro la fine del mese.

Dunque ci troviamo di fronte all’ennesimo survival horror poco originale? O ad un progetto ambizioso e innovativo? Scopriamolo in questa anteprima.

Anteprima The Beast Inside horror polacco ha colpito Kickstarter

Finalmente a casa

La demo di The Beast Inside ci porta a vestire i panni di Adam, agente della CIA ai tempi della Guerra Fredda, l’uomo decide insieme alla moglie Emma di trasferirsi da Boston in una casa isolata nel bel mezzo di una foresta. Certamente non serve essere esperti di survival horror per sapere che questa è una pessima idea. Mentre esploriamo la nostra nuova casa, nella soffitta della dimora, Adam trova un vecchio diario scritto da Nicolas, proprietario dell’abitazione nel 1864. Da questo momento si viene catapultati in una nuova realtà tramite un flashback, impersonando l’autore del diario.

Nei panni di Nicolas ci si ritrova in una situazione simile a quella di Adam, ma questa volta è sera e l’oscurità porta con sé suoni raccapriccianti e paure nascoste in ogni anfratto dell’abitazione.
Cercando di illuminare gli ambienti della casa, tramite le varie candele disseminate in ogni stanza, improvvisamente vediamo una misteriosa figura aggirarsi nel giardino dell’abitazione: un fantasma. La presenza continuerà a perseguitarci per i restanti trenta minuti della demo, senza darci mai il tempo di comprendere gli orrori a cui stiamo assistendo.

Anteprima The Beast Inside

Orrori del passato

Anteprima The Beast Inside horror polacco ha colpito KickstarterCome spesso accade in produzioni di questo tipo, anche in The Beast Inside sono presenti jumpscares che a volte ci faranno letteralmente sobbalzare dalla sedia, ma il gioco non basa le sue fondamenta su questi espedienti. Il nostro interesse non è rivolto solamente a cercare di scoprire dove si nasconde la minaccia evitandola, ma nel trovare indizi in giro per casa, consultando il diario per capire cosa stia accadendo. La sensazione di tensione e ansia viene provocata da quel sentimento di totale solitudine indagando in ogni angolo della casa, illuminata solamente dalla flebile luce della nostra lanterna, sapendo benissimo che anche chiedendo Anteprima The Beast Inside horror polacco ha colpito Kickstarteraiuto nessuno potrà sentirci.

The Beast Inside permette di avere un’interazione massima, similmente a titoli come “Layers of Fear”, in cui è possibile raccogliere o spostare oggetti di ogni tipo tra libri, posate, poltrone e tanto altro. Alcuni di questi possono essere esaminati attentamente anche ruotandoli, svelando nuove informazioni o aggiungendoli nell’inventario per utilizzarli in seguito. Il sistema di interazione con gli oggetti è affinato anche da un buon uso della fisica che ci permette, se necessario, di spostare e trascinare mobili o sedie per aprirci un varco nella stanza successiva o semplicemente aprire porte, finestre e meccanismi che ci permetteranno di avanzare nell’esplorazione.

Certamente dover esplorare ogni stanza, aprendo tiretti e armadi alla ricerca di oggetti utili, può in certi momenti diventare tedioso; naturalmente giocando la breve demo non possiamo capire se questa meccanica alla lunga spezzerà il clima di tensione o se il gioco si adatterà a ritmi più ragionati e riflessivi.
Ritmi favoriti dalla presenza di alcuni enigmi ben contestualizzati, con cui riusciremo a sbloccare nuove aree all’interno della casa. Nella demo abbiamo utilizzato una specie di cifrario per aprire un lucchetto e dei veri e proprio attrezzi da scassinatore per forzare alcune serrature. Speriamo che il gioco finale integri enigmi ben differenziati tra loro, fornendoci grattacapi più impegnativi rispetto a quelli visti in questa prova.

Anteprima The Beast Inside horror polacco ha colpito Kickstarter

Spavento in alta definizione

Il motore grafico che muove The Beast Inside è l’Unreal Engine 4 che, come visto anche nel recente “The Vanishing of Ethan Carter”, utilizza la tecnica della fotogrammetria per rendere gli ambienti di gioco estremamente curati e fotorealistici. Il lavoro svolto con il sonoro è eccellente, con un silenzio “assordante” che favorisce sensazioni di mistero e ansia. Tra il cigolio delle assi di legno del pavimento e il rantolio di figure misteriose nascoste nell’ombra il cuore rischia seriamente di arrivarvi in gola.

The Beast Inside, come ammesso dagli stessi sviluppatori, sicuramente prende spunto da titoli come Resident Evil 7, Silent Hill, Firewatch e Amnesia, ma possiede alcuni tratti distintivi certamente interessanti. Tra questi, troviamo lo sviluppo della narrazione in parallelo fra due epoche diverse. È difficile prevedere come tutto ciò si evolverà nel titolo finale e come questa caratteristica aiuti l’intreccio narrativo tra le due realtà, ma questa peculiarità ha sicuramente catturato la nostra attenzione.

Sono molti gli aspetti ancora da valutare in The Beast Inside, ma siamo entusiasti di vedere che la campagna Kickstarter molto probabilmente raggiungerà il suo obiettivo. Nella speranza che il progetto non devii dal suo promettente percorso, come a volte accade quando si parla di crowdfunding, non ci resta che attendere che le ombre si dipanino, per permettere a questo nuovo incubo di vedere la luce.