Windows 10 Preview-1

Quest’oggi Windows 10 viene ufficialmente rilasciato ed inizia ad entrare nelle case di milioni di persone che hanno scelto di provarlo o di adottarlo fin da subito per la quotidianità.
Sono passati già 3 anni dall’uscita di Windows 8, che in molti ricorderanno per lo scarso gradimento riscontrato nel pubblico, e soli 2 anni dalla versione rivista 8.1. Molteplici sono le cause del fallimento di Windows 8 e 8.1, ma tra tutte c’è sicuramente la “rimozione” della vecchia interfaccia dello Start menu, a favore di una che unisse le varie versioni: smartphone, tablet e PC. Microsoft sembra aver compreso i propri errori e aver ritrovato la retta via, rintroducendo il menu Start che tutti, pubblico e privato, rivolevano all’interno del sistema operativo. Questa, però, è solo una delle innumerevoli nuove feature e aggiornamenti dei contenuti da sempre presenti in Windows, a breve vedremo nel dettaglio quali e cosa sono.
Noi di Gamesquare abbiamo iniziato a provare il nuovo sistema operativo di Microsoft già da qualche tempo, grazie al programma Insiders per gli sviluppatori che ci ha permesso di testare le build del prodotto ancora in sviluppo. Bando alle ciance, ora vediamo insieme cosa è stata in grado di realizzare Microsoft per risollevare le sorti di Windows, il sistema operativo più utilizzato al mondo.

Restyling completo

Windows 10 Preview-7

Microsoft ha voluto effettuare un restyling completo del design del suo sistema operativo, senza tralasciare alcun dettaglio. Nulla è stato trascurato, anche le icone del cestino e quelle interne a Esplora Risorse, per donare quel senso di nuovo che dovrebbe servire anche a far “dimenticare” Windows 8 agli utenti. Sono stati inoltre selezionati degli sfondi tra migliaia di foto scattate da fotografi di tutto il mondo, tra cui un italiano, ed è stato realizzato lo sfondo di riferimento senza l’ausilio del computer (come già fatto con quello di Windows XP), composto dal logo di Windows e uno straordinario gioco di luci.
Insieme a queste modifiche prettamente estetiche, è stato ristrutturato il pannello delle impostazioni del sistema operativo, in modo da renderlo facilmente accessibile anche a chi non se ne intende molto di computer. Entrandoci sembra di essere all’interno dei settaggi di uno smartphone, con le impostazioni generalmente strutturate in abilita/disabilita.

Windows 10 Preview-8

Lo Start menu ritorna in grande stile

Windows 10 Preview-4

Windows 10 rintroduce lo Start menu che praticamente tutti rivolevano indietro, ma se credete che sia un semplice copia e incolla di quello di Windows 7 vi sbagliate di grosso. Il nuovo menu ha molte nuove feature da offrire, prime tra tutte le tiles della Modern UI – in molti le hanno trovate inutili in Windows 8/8.1, insieme al nuovo Start menu a tutto schermo – che all’interno di Windows 10 sono state utilizzate in modo intelligente, accrescendone così l’utilità e l’uso tra le applicazioni interne al sistema. Il pannello Start ha tutte le potenzialità dei sistemi operativi degli ultimi anni, con l’aggiunta di nuove funzionalità che semplificheranno e velocizzeranno la vita anche ai neofiti. Le tiles rimarranno sempre connesse alla rete e alla relativa applicazione, in modo da riportare sempre l’ultima informazione reperibile, come ad esempio l’ultima notizia o e-mail arrivata. Insomma, il tutto è stato rinnovato creando così un ecosistema completamente nuovo che non sarà più utilizzato per quelle poche azioni a cui eravamo abituati in passato.

Windows 10 Preview-3
Questa connessione tra applicazioni e il web non si limita al solo Start menu, ma coinvolge l’intero sistema. Per questo motivo è stato creato da zero un nuovo Centro Notifiche, che riporterà tutte le ultime notifiche delle applicazioni, come Twitter, Outlook, Facebook, Windows Update, Windows Defender e via discorrendo e grazie ad esse, con un semplice click, sarà possibile accedere direttamente all’applicazione e la pagina interconnessa, senza doversi mettere a cercare o ad aprire il browser per visualizzare le novità. Con Windows 10 sarà inoltre possibile giocare ed effettuare streaming da PC dei titoli Xbox One.

Windows 10 Preview-2
Se state immaginando le applicazioni come quelle su Windows 8.1, anche in questo caso vi state sbagliando. Tutto è stato riadattato in modo da soddisfare appieno sia le esigenze degli utenti PC che Tablet. Per facilitare ancora di più gli utenti nell’uso del sistema operativo Microsoft sono state ristrutturate completamente e unificate le interfacce dei software nativi, in primis il nuovo pacchetto Office e a seguire anche tutte le applicazioni minori, come il calendario, i contatti, Outlook e altro ancora, infatti anche su PC è presente la Modalità Tablet per chiunque sia dotato di uno schermo touchscreen.

Le performance al primo posto

Windows 10 Preview-11

Microsoft non ha solo pensato a rinnovare il suo prodotto, ha anche pensato ad ottimizzare lo spazio e migliorare le performance già eccellenti di Windows 8.1. Lo spazio occupato dal sistema si è ridotto ulteriormente con quest’ultima major release, raggiungendo 16 GB – 1 GB di spazio su disco in meno rispetto a Windows 8.1 e ben 18 GB rispetto a Windows 7 -, anche l’utilizzo della RAM è stato ridotto ad 1 GB, circa 200 MB in meno rispetto a Windows 8.1. Nonostante le funzioni tendano ad aumentare, l’ottimizzazione sta decisamente migliorando, anche se in quanto a performance siamo ancora abbastanza lontani da Linux, che però non offre le stesse funzionalità di Windows e lo stesso range di compatibilità hardware e software.
Anche la velocità di avvio è stata soggetta ad ottimizzazione, il sistema operativo della grande M si comporta molto bene, riuscendo a migliorare gli ottimi tempi raggiunti già con Windows 8 e 8.1, risultando così leggero anche per chi fa uso dei classici hard disk.

Le DirectX 12

DirectX 12Microsoft rilascerà, in ritardo rispetto a Windows 10 (presumibilmente entro la fine del 2015), anche le DirectX 12, che probabilmente saranno un’esclusiva del nuovo sistema operativo, cioè è possibile che non saranno accessibili alle vecchie versioni di Windows. Almeno con la prima versione non saranno presenti novità relative al mondo della grafica computerizzata, bensì ci sarà un’importante ottimizzazione nell’utilizzo della CPU e GPU in grado di influenzare positivamente le prestazioni sia dei giochi su PC che su Xbox One, che ricordiamo riceverà anch’essa l’aggiornamento a Windows 10 con una versione dedicata. Non preoccupatevi, è quasi sicuro che il vostro hardware sarà compatibile, almeno in parte, con queste nuove librerie: tutte le schede video AMD dalla serie HD 7000 in poi e tutte le Nvidia GTX 400 o superiori saranno compatibili con l’ottimizzazione portata dalle DirectX 12. È però probabile che la serie AMD HD 7000, R7 2XX e le Nvidia GTX 400 e 500 avranno delle limitazioni sulle nuove feature che potrebbero arrivare in seguito al lancio di questa nuova versione delle librerie; così come le CPU Intel precedenti all’architettura Haswell. Per ora, purtroppo, le informazioni scarseggiano e Microsoft pare voler tenere il segreto ancora per un po’.

Ciao, sono Cortana! Posso assisterti in qualche modo?

Windows 10 Preview-12

La novità assoluta di Windows 10 è senz’altro l’assistente virtuale, Cortana (l’IA che aiuta Master Chief nella famosa saga di Halo), con la quale potremo interagire a voce o tramite testo per molteplici attività, come effettuare una ricerca in internet o interagire con alcune applicazioni come il calendario e la sveglia. Cortana ha uno spazio interamente dedicato a fianco al menu Start, dove sarà possibile comunicare con lei o semplicemente visualizzare le ultime notizie, il meteo e tanto altro ancora, in base alle nostre preferenze espresse in precedenza in fase di settaggio. Microsoft è ancora a lavoro per implementare Cortana all’interno di Microsoft Edge e per espandere la sua area di competenza, anche dopo l’uscita di Windows 10 arriveranno costanti aggiornamenti che incrementeranno l’accuratezza e le possibilità di questa assistente virtuale.

Windows 10 Preview-10

Il nuovo browser di Microsoft

Windows 10 Preview-5

Microsoft Edge è il nuovo browser di punta e sarà disponibile fin da subito su Windows 10, per PC e tablet. Come emerso dai nostri test sulle build di Windows 10 precedenti alla release, Edge è un browser davvero performante, è dotato di un caricamento delle pagine più rapido rispetto a quello di Chrome, Firefox e Internet Explorer 11. Purtroppo, però, non è ancora dotato di un sistema di gestione delle estensioni, componente presente invece sul browser di Google e di Mozilla. Dovrebbe, invece, essere presente la possibilità di sincronizzare la cronologia, i segnalibri e le password con l’account con il quale si accede al sistema operativo, connettendo così il PC con gli altri dispositivi dotati di Windows 10 e scongiurare una possibile perdita di dati a seguito di una improvvisa formattazione.
Inoltre è ancora in sviluppo, quindi riceverà continui aggiornamenti che implementeranno nuove funzioni, e non possiamo che augurarci che Microsoft consideri l’apertura del browser ad estensioni di terze parti.

Multitasking come mai prima d’ora!

Windows 10 Preview-6

Finalmente, dopo anni di ritardo rispetto alla concorrenza, approda su Windows 10 la feature che permette di creare e gestire più di un ambiente di lavoro, o desktop. Fino ad oggi, in qualsiasi versione di Windows, non era possibile gestire e organizzare efficientemente le finestre dei software in uso, creando più ambienti di lavoro e scambiarli rapidamente per incrementare la produttività e l’ordine. Questa funzione era già presente nei sistemi Linux e Mac OS già da molti anni ed oggi è finalmente presente anche all’interno del OS Microsoft.
Se non sapete di cosa stiamo parlando, è una funzione che permette di ordinare, ad esempio, varie finestre del browser in differenti desktop (scrivanie), che è possibile selezionare attraverso un apposito pulsante nella Taskbar oppure mediante la scorciatoia Start+TAB, quest’ultima sostituisce la vecchia funzione non più presente di selezione della finestra.
Anche la Taskbar ha subito dei ritocchi, oltre al rinnovamento del design: le applicazioni che sono avviate in background – quelle ridotte a icona – rimarranno visibili anche sulle icone della taskbar, identificabili dall’icona appena illuminata con una linea colorata sulla parte inferiore.

Dov’è finita la cara vecchia password?

Windows 10 Preview-9

Ebbene, in Windows 10 sarà possibile sostituire la vecchia password per accedere al proprio profilo con un PIN, simile a quello dei telefoni. Questo PIN, che può essere di 4 o più cifre (se abilitata l’opzione per estenderne i caratteri, ndr), può essere composto esclusivamente da numeri, ciò significa che non sono accettati tutti i caratteri al di fuori dei numeri da 0 a 9, e basterà inserirlo per accedere al sistema, senza dover premere altri pulsanti. In alternativa è possibile abilitare un altro nuovo tipo di sistema di sicurezza, il riconoscimento facciale tramite webcam. Questo sistema funziona in maniera molto semplice, prima viene effettuata una scansione facciale tramite la webcam di cui è dotato il computer e in seguito, all’accesso del sistema, viene verificato che la biometrica facciale, registrata in sede di scansione, coincida con quella autorizzata.
Oltre a queste modifiche ai metodi di accesso, sono stati migliorati anche i servizi interni al sistema per la protezione contro i virus, malware, spyware e via dicendo. Stiamo parlando di Windows Defender, Windows Firewall e Smartscreen, tutti e tre hanno subito dei miglioramenti nel rilevamento delle minacce, aumentando così la sicurezza degli utenti che non fanno uso di software di protezione di terze parti, come Avira.

Le nostre considerazioni sul nuovo Windows 10

È da tempo che proviamo il nuovo sistema operativo della casa di Redmond, sin dalla build 10130, ed ora siamo finalmente pronti a comunicare le nostre impressioni.
Windows 10 è un ottimo sistema operativo che vuole riabbracciare tutte quelle persone che hanno smesso di seguire i sistemi operativi Microsoft in seguito all’uscita dell’ottava major release o più semplicemente coloro che si erano fermati a Windows 7 perché Windows 8 proprio non gli andava a genio. Microsoft ci ha tenuto a comunicare che questo sarà l’ultimo grande aggiornamento e che il sistema verrà supportato per almeno 10 anni, in cui verranno rilasciati continui aggiornamenti che potrebbero anche stravolgere alcune delle funzioni attualmente presenti. La nostra preoccupazione, crediamo condivisa da tutti, sono gli aggiornamenti automatici obbligatori da contratto per chiunque possieda l’edizione Windows 10 Home, mentre sono esentate le persone che possiedono una edizione Windows 10 Pro o Enterprise. Fino ad oggi Microsoft ha rilasciato più e più volte degli aggiornamenti che creavano delle problematiche, alcuni addirittura corrompevano permanentemente il sistema; quindi è necessario applicare maggior vigore nei controlli degli aggiornamenti, dato che una buona fetta di utenti potrebbe essere soggetta a problematiche anche gravi.
Microsoft è riuscita a creare un assistente virtuale di tutto rispetto, che può realmente semplificare la vita di tutti i giorni di moltissime persone, e con grandissime potenzialità che, dalla line-up da loro mostrata, sembra vogliano sfruttare appieno.
Apprezziamo il passo indietro fatto da Microsoft con lo Start menu, reintrodotto in Windows 10 e arricchito con nuove ed interessanti funzionalità.
Siamo anche ansiosi di vedere e provare le novità che ha in serbo la casa di Redmond per il nuovo browser Microsoft Edge, un progetto che ci auguriamo venga sfruttato al meglio per risvegliare la concorrenza che negli ultimi tempi si è leggermente spenta.
A noi della redazione di Gamesquare fa veramente gola il nuovo sistema di multitasking, che è ottimo per chi utilizza molteplici applicazioni contemporaneamente, tante da non capirci più niente.
Insomma, Windows 10 ci ha veramente convinto, anche se sarà da tenere d’occhio come verrà gestita la questione degli aggiornamenti e delle nuove librerie grafiche, le DirectX 12, che al momento fanno brancolare nel buio milioni di persone che non sanno se e cosa sarà compatibile con i propri componenti hardware.