A Bethesda non piace stare alle regole; è per questo che Doom, il loro prossimo titolo, avrà una modalità multiplayer un po’ fuori dagli schemi. “Via della Guerra”, quella che doveva essere un semplice Re della Collina, è diventata qualcosa di un po’ più complesso: a quanto pare, il control point non sarà fisso, bensì procederà lungo la mappa in un percorso circolare ben definito; ma non sarà il solo, poiché dall’altra parte del percorso troveremo una runa demoniaca dal grande potere, in grado di sovvertire la partita. Anch’essa circolerà in tondo, ma nel senso opposto.

doom new img 4

Dice Bethesda: “I giocatori dovranno prendere una decisione: precipitarsi verso il potenziamento in modo da diventare un Demone ammazza-Marine; chiudersi intorno al punto di cattura per difenderlo o prenderne il controllo; o, più semplicemente, andare in giro a beccare nemici erranti”. Continua:”Il movimento continuo aggiunge una svolta unica al gameplay, spronando i giocatori a muoversi veloci, come se fossero in single player”.

Ma questa non è l’unica novità della Via della Guerra: sono stati annunciati anche i “Moduli Hack”, oggetti monouso ottenibili con la progressione standard del gioco (gioca di più per ottenerne di più). Ne è un esempio il Supply Timer, che come dice il nome mostrerà al fortunato utilizzatore il tempo necessario allo spawn dei potenziamenti. Eccone alcuni altri:

  • Retribution – mostra la posizione e la salute dell’ultimo giocatore che ti ha ucciso
  • Scout – mostra la posizione di tutti i nemici per alcuni secondi successivi al tuo spawn
  • Vital Signs – mostra le barre della salute sopra le teste dei nemici
  • Power Seekers – mostra la posizione dei power-up più vicini

I Moduli Hack, inoltre, andranno in stand-by se attivi durante una morte, in modo da poter usufruire dopo lo spawn dei secondo rimasti, e “non saranno legati alle microtransazioni”.

Il producer Mike Stratton ha detto così sui Moduli Hack: “Pensate ai Moduli Hack come ad una maggiore consapevolezza dei dintorni che può, se ben sfruttata, rendere più efficaci”. E ancora: “I bravi giocatori ‘vedono’ queste cose per natura. Ma nessuna di queste influenza il bilanciamento del gioco cambiando la potenza dell’arma o roba del genere”.

Il prossimo Doom arriverà a maggio e sarà disponibile per Xbox One, PlayStation 4 e PC. Prima del lanciò sarà tenuta una beta, ma ancora Bethesda non ha dato informazioni riguarda la data di apertura.