Valve costretta a rimborsare gli utenti Steam che hanno acquistato un gioco truffa

Steam Greenlight può essere una buonissima cosa, una grande opportunità per sviluppatori con pochi soldi in tasca di pubblicizzare e distribuire più agevolmente il proprio prodotto. Purtroppo però viviamo in un mondo dove l’opportunismo e la volontà di imbrogliare il prossimo per un tornaconto personale sono all’ordine del giorno e su Steam Greenlight hanno fatto la comparsa diversi giochi studiati solamente per risucchiare soldi dalle tasche degli utenti. Non era, però, mai capitato che un gioco fosse studiato proprio per risultare impossibile da finire e truffare gli utenti cosicché fossero impossibilitati a chiedere il rimborso: si chiama Journey of the Light, è sviluppato da un certo Lord Kres e Steam è stata costretta a rimborsare tutti gli utenti che avevano acquistato il “gioco” anche se i 14 giorni erano passati ed era stato provato per più di due ore.

Il gioco, infatti, era talmente buggato e rotto che gli utenti non riuscivano a comprendere come procedere con l’avventura, a fronte di tante lettere di segnalazione Lord Kres stesso aveva detto che bisognava leggere gli indizi sulle carte Steam per procedere e quindi giocare a Journey of the Light per più di due ore, così da non poter più chiedere il rimborso. Che pezzo di… impostore!

Journey of the Light

Purtroppo per lui alcuni utenti più furbi hanno spulciato i file di gioco approfonditamente e hanno scoperto non solo che i livelli successivi non erano accessibili, ma che addirittura non esistevano proprio. Lo sviluppatore dalla faccia di bronzo ne ha inventata quindi un’altra delle sue, giustificandosi dicendo che qualcosa doveva essere andato storto nell’upload dei file, ma dopo diverse settimane Journey of the Light è ancora nello stato pietoso di partenza. Allo stato attuale dei fatti il gioco è stato rimosso da Steam e tutti gli utenti, come veniva accennato prima, verranno rimborsati. Lo sviluppatore si è scusato per l’accaduto, speriamo perda il vizietto.

In futuro Gabe Newell e compari dovrebbero stare più attenti nel controllare cosa esce da Steam Greenlight e voi lettori informatevi sempre bene per evitare di buttare i vostri soldi su porcherie del genere.