Eiji Aonuma, producer di The Legend of Zelda: Breath of the Wild ha parlato ai microfoni di IGN e ha dato diverse nuove informazioni sul gioco, mostrato lungamente durane il Nintendo Threehouse.

Aonuma si è concentrato in primis sulle dimensioni gigantesche della nuova mappa di gioco. All’inizio bisognerà farci l’abitudine, ma poi la mappa di gioco diverrà piacevole da esplorare e sarà anche densa di punti d’interesse e attività. Certo, non mancheranno zone più “vuote”, ma è una scelta che è stata presa per mantenere un equilibrio generale. La nuova ambientazione è così vasta che il giocatore potrà arrivare addirittura a perdersi e ciò, ha detto il producer, è qualcosa che è stato studiato e pensato dagli sviluppatori.

Anche il sottotitolo di questo nuovo capitolo evidenzia la volontà di intraprendere una nuova strada. I precedenti capitoli parlavano di un oggetto o un personaggio specifico, “Breath of the Wild“, invece, si riferisce all’intera natura, la vera protagonista del nuovo The Legend of Zelda.

Le rupie non si troveranno più sparse per il mondo di gioco, ma dovranno essere guadagnate tramite la vendita delle risorse raccolte. Le rupie ci serviranno come moneta di scambio per ottenere dell’equipaggiamento più potente. IGN ha chiesto ad Aonuma dettagli a proposito della freccia mostrata nel 2014, ma ha solo detto che si tratterà di un’arma importante in The Legend of Zelda: Breath of the Wild. Infine alla domanda su dove sia finita la classica tunica verde di Link ha replicato “non lo so, me lo chiedo anch’io“.

The Legend of Zelda Breath of the Wild