Ormai da settimane vi parliamo delle indiscrezioni sul prossimo Assassin’s Creed ma oggi, attraverso un post su Reddit, veniamo a conoscenza di nuovi rumor e conferme sul titolo.

Nel dettaglio sembrerebbero vere le immagini mostrate qualche settimana fa, raffiguranti le barche e l’ambientazione dell’antico Egitto. Sembrerebbe infatti che queste immagini siano state estrapolate da una demo che sarà pubblicata all’E3 2017.

La mappa potrà essere sbloccata grazie alla presenza di un’aquila che può essere utilizzata in alternativa alla classica scalata delle torri.

Nel gioco impersoneremo un nuovo personaggio di razza mista, già assassino e aiutato da un suo team per svolgere le varie missioni. Il protagonista sarà un israelita e dovrà cercare di salvare la propria gente dalla schiavitù. William, Rebecca e Shaun torneranno in questo capitolo anche se non avranno un ruolo principale.

Come accennato, l’Animus ci porterà tra il 1400 e il 1200 AC, in un’ambientazione che ci permetterà di esplorare anche il Mar Mediterraneo verso Est. A tale scopo potremo utilizzare le navi, che quindi possono essere utili solo come mezzo di trasporto.

L’indiscrezione continua parlando anche del forte impatto narrativo di quest’ultimo capitolo, che non lascerà spazio al multiplayer. A tale scopo il paesaggio sarà ricco di punti di interesse come oasi e isole raggiungibili.

Come in tanti si auspicavano, il sistema di combattimento sarà fortemente rivoluzionato, rendendolo simile a quello visto in The Witcher 3.

Assassin’s Creed Origins arriverà per PC, PlayStation 4 e Xbox One e non su Nintendo Switch, con la data confermata per il 2017. Il team di sviluppo limerà al meglio il codice per evitare i numerosi bug visti ad esempio in Unity.

Con il ritorno ad un’antica epoca storica, anche il modello di lama celata tornerà agli antipodi, rendendo sprovvisto il protagonista dell’anulare destro. Arrivano informazioni anche sull’equipaggiamento che includerà un arco, uno scudo, diversi tipi di spade, lance e coltelli.