Il game director di Titanfall 2 ha spiegato cosa ha spinto lo studio a ridurre la velocità di gioco rispetto alle caratteristiche del primo capitolo.

“Dopo il primo capitolo ci siamo seduti a un tavolo e l’abbiamo analizzato obiettivamente. Abbiamo ricevuto un sacco di feedback dall’esterno, dai fan, da chi ci diceva che non era abbastanza, che non c’erano sufficienti contenuti. Internamente abbiamo giocato ed è emerso che era estenuante. Che era molto caotico. Perchè? Ci siamo sforzati di rispondere a questa domanda”

“Abbiamo iniziato affrontando il fatto che ci si muoveva così rapidamente. Pertanto abbiamo deciso di rallentare un po’ le cose. Abbiamo anche pensato di permettere decisioni preventive”

Titanfall 2 boxart