Ars Technica ha effettuato un test per confrontare le prestazioni in gioco su SteamOS, il sistema operativo di Valve, e Windows, evidenziando delle differenze che premiano il software di Microsoft.

Il confronto è stato effettuato su una macchina assemblata circa due anni fa dotata di dual boot, di conseguenza i due sistemi operativi sono stati testati sulla medesima configurazione per fornire un benchmark più affidabile possibile.

Il primo test è stato effettuato su Geekbench 3, quindi è stata messa sotto stress la CPU, in questo caso Windows era davanti a SteamOS in particolare nei calcoli in virgola mobile. Si è poi passati ad analizzare le performance di alcuni titoli e, anche in questo caso, Windows batte SteamOS, in alcuni casi la differenza è addirittura abissale. La situazione non cambia neanche con i giochi proprietari di Valve (Left 4 Dead, Portal 2 DoTA 2 o team Fortress 2), che si dimostrano più performanti sul sistema della casa di Redmond.

Lo squilibrio prestazionale è dovuto soprattutto all’arretratezza nello sviluppo di driver per sistemi basati su Linux e probabilmente la progressiva diffusione delle Steam Machine porterà i produttori di hardware ad affinare sempre di più i programmi legati ai loro dispositivi. resterà da vedere chi la spunterà tra Vulkan e DirectX 12.

Benchmark SteamOS 1 Benchmark SteamOS 2 Benchmark SteamOS 3 Benchmark SteamOS 4