Un recente aggiornamento del sistema di Oculus Rift aveva introdotto un hardware DRM piuttosto sgradito agli utenti, che impediva l’uso di altri visori (come HTC Vive) sui giochi esclusivi dell’Oculus Store. L’unico modo per evitare problemi di incompatibilità era installare un software di terze parti chiamato ReVive.

Il team ha però rimosso questo blocco con un altro aggiornamento rilasciato da poco: non c’è stato nessun comunicato ufficiale, ma nel corso di un’intervista ad Ars Technica un portavoce della società ha confermato che la patch Rift’s Oculus Runtime 1.5 ha effettivamente rimosso il DRM, che non verrà più reintrodotto in futuro.

Luckey Palmer Oculus Rift