Data di uscita 28 Marzo 2017
Genere JRPG
Modalità di gioco Singleplayer
Piattaforme Xbox One, PlayStation 4
Sviluppato da Square Enix
Distribuito da Square Enix
Versione testata PS4
Cover

Final Fantasy XV è stato probabilmente uno dei giochi più discussi di tutto il 2016. E’ stato in grado di spaccare a metà critica e fan, tra chi lo ha ritenuto un ottimo gioco e chi una grande delusione. Per quanto sia difficile porre rimedio a molte cose senza mettere mano all’intero codice del gioco, Tabata e il suo team in questi mesi si sono comunque impegnati profondamente per cercare di rendere l’esperienza di gioco il più piacevole possibile, grazie alle varie patch pubblicate e all’annuncio del Season Pass. Il 28 Marzo è uscito il primo dei DLC narrativi del gioco, ovvero Episode Gladiolus, basato sulle vicende dello Scudo del Re e difensore del Prescelto al restauro del potere del Re di Lucis. Ma sarà riuscito Tabata a confezionare una buona “toppa” per chiudere i buchi narrativi legati a Gladio? Scopriamolo in questa nuova recensione.

final fantasy xv

May the Force be with you

Episode Gladiolus si apre con i nostri quattro eroi raccolti attorno ad un falò, mentre si gustano l’ennesimo pasto sfornato da Ignis. La scena viene raccontata come un flashback da Gladio, che si era allontanato volontariamente dal gruppo durante il viaggio per “questioni personali“. Il motivo dell’allontanamento ci viene subito narrato: l’intenzione di Gladio è quella di superare la prova del Signore delle Spade, un’ardua sfida mai completata da nessuno, che egli intraprende per ottenere un potere leggendario e dimostrare definitivamente il suo valore come Scudo del Re e protettore del Prescelto. Nel corso di questa sfida, Gladio sarà accompagnato da Cor, il quale aveva fallito la sfida trent’anni prima, ma dalla quale era comunque uscito vivo.

Proprio dal punto di vista della narrazione, Episode Gladiolus offre il meglio di sé, o quasi: il DLC espande notevolmente la storia di Cor, che era stata un po’ bistrattata nella versione base del gioco, di Gladio e degli avvenimenti passati che li hanno interessati. La maggior parte delle informazioni, inoltre, le otterremo durante i riposi negli accampamenti, durante i quali Cor e Gladio dialogano tra di loro. Sicuramente un grosso passo in avanti per il background di questi personaggi, soprattutto per Cor, ma forse ci si aspettava qualcosa di più di qualche dialogo. Speriamo che la situazione migliori con i prossimi DLC su Prompto e Ignis.

final fantasy xv

Scudo (e spada) del Re

Dal punto di vista del gameplay, il DLC offre un’esperienza praticamente identica a quella del gioco principale. Gladio ha lo stesso sistema di combattimento di Noctis, con la possibilità di eseguire attacchi, schivate e parate, che permetteranno di aumentare il danno dei colpi tramite un moltiplicatore. Inoltre, accumulando attacchi contro i nemici, sarà possibile effettuare un attacco speciale, il quale cambierà e si potenzierà man mano che accumuleremo potere.  Data la grande forza del nostro personaggio, in alcuni frangenti sarà addirittura possibile staccare dei pilastri da terra (avete capito bene, pilastri) per attaccare i nemici e infliggere ingenti danni, superando ogni difesa nemica. Proprio per lo stile dell’espansione, la nostra avventura risulterà molto più semplice del previsto: Gladio è in grado (anche grazie alle modifiche aggiunte rispetto al combat system di Noctis) di infliggere grandi danni ai nemici, diminuendo notevolmente la difficoltà dell’espansione e permettendo di portarla a termine senza troppi problemi. I punti in cui il giocatore potrà trovarsi un po’ più in difficoltà sono davvero pochi e richiedono semplicemente un po’ più di dimestichezza con le nuove meccaniche, come la parata.

final fantasy xv

Per quanto riguarda la struttura di gioco, il DLC è costituito sostanzialmente da un unico grande dungeon, decisamente molto più lineare rispetto a quanto visto in Final Fantasy XV con Noctis e compagni: le sale del Signore delle Spade sono molto più scarne rispetto ai dungeon del gioco originale. Un vero peccato, contando che con Noctis ne abbiamo esplorati alcuni davvero interessanti, come Pitioss e la Torre di Castlemark. Durante il viaggio incontreremo anche alcuni boss che costituiscono forse gli unici punti un po’ più impegnativi per il giocatore, ma che potranno comunque essere superati senza troppa fatica.

Square Enix ha inoltre introdotto due nuove modalità, esclusive per questo DLC: All’ultimo sangue ci permetterà di affrontare tutto il dungeon da capo, accumulando un punteggio in base alla velocità di completamento e ai danni subiti. Il nostro punteggio comparirà infine all’interno della Classifica “All’ultimo sangue”. La seconda modalità è il Confronto Marziale, grazie al quale potremo sfidare in battaglia Cor. Lo scontro con quest’ultimo è forse il combattimento più complesso del DLC, ma valgono le stesse cose dette per i boss: utilizzando le nuove meccaniche introdotte (parata in primis), non dovremmo avere grosse difficoltà a sconfiggerlo.

Dal punto di vista tecnico, Episode Gladiolus ripropone lo stesso comparto grafico del capitolo principale, senza alcuna variazione. Cambia invece la colonna sonora che introduce musiche differenti, soprattutto per quanto riguarda il battle theme, un sottofondo rock che servirà a dare la carica giusta durante il combattimento.

12 Recensione Final Fantasy XV Episode Gladiolus

PRO
Combattimenti divertenti e vari…
Sottofondi musicali vari e ben realizzati
CONTRO
…ma allo stesso tempo molto semplici
Pochi contenuti
Dal punto di vista della narrazione, probabilmente si poteva fare di più
Dungeon sottotono rispetto a quelli del gioco originale

Commento

Final Fantasy XV: Episode Gladiolus non è il DLC che ci si aspettava. Nonostante mantenga la solida formula del capitolo principale, con un ottimo sistema di combattimento e un eccellente comparto tecnico (colonna sonora inclusa), pecca sotto tutti gli altri punti di vista, in particolare per quanto riguarda la struttura del dungeon, la semplicità dei combattimenti ma soprattutto la scarsità di contenuti che, nonostante migliorino il background di Cor e Gladio, non risolve tutti i problemi che potevano essere risolti. Non è un brutto DLC, con un prezzo di vendita è più che accettabile, ma si poteva sicuramente fare di meglio.
6