Le critiche mosse dagli utenti sul profilo Twitter di Phil Spencer, dovute all’arrivo contemporaneo su PC e Xbox One di Quantum Break, hanno scosso parecchio il team di sviluppo che ha voluto dir la sua attraverso le parole di Sam Lake:

“Posso capire il sentimento degli utenti nel sentirsi vicini a una piattaforma. Ma allo stesso tempo, da autori del gioco, la nostra speranza è che arrivi al maggiore numero di persone possibile. Dal mio punto di vista, si tratta solo di un’ulteriore opzione per godersi il gioco. È tutto positivo”.

Quantum Break 2