Primi problemi segnalati dagli utenti su Windows 10

Windows 10 problemi

I primi utenti che hanno effettuato il passaggio o l’upgrade a Windows 10, oltre a manifestare commenti positivi per le scelte di casa Microsoft, iniziano a segnalare bug e incertezze che risiedono in questa nuova major release dell’OS.

Naturalmente le segnalazioni e problemi riscontrati sono del tutto fisiologici per un sistema operativo che, anche se a lungo testato, viene consegnato alla massa su più piattaforme, sia fisse che mobile. Di seguito rilasciamo una piccola lista delle segnalazioni più comuni fin ora riscontrate che sicuramente il colosso americano risolverà nelle successive settimane:

Uno dei problemi più riscontrati riguarda la gestione dei driver progettati per Windows 10, con difficoltà peculiari nella connettività Bluetooth e WiFi dovute probabilmente alle case produttrici che non hanno ancora aggiornato a dovere il proprio hardware con il nuovo OS.

Con Windows 10 va in pensione Internet Explorer rimpiazzato da Microsoft Edge, un browser performante che non è ancora brillante sotto alcuni aspetti. Molti utenti infatti riscontrano una strana lentezza nel caricamento di pagine web ricche di grafica, o incertezze nello scroll verticale delle pagine, per terminare con crash inspiegabili che dimostrano una user experience ancora da perfezionare.

microsoft edge browser

Le molte app proprietarie di Win 10 sicuramente renderanno più semplice l’avvio e la consultazione di quei applicativi spesso utilizzati dagli utenti come: Foto, Contatti, Meteo e lo stesso Store, a tal proposito l’utenza in queste poche ore di utilizzo ha riscontrato svariati crash di queste app, che spesso si estendono anche al nuovo menu Start.

Con Windows 10 è stata integrata la funzione Continuum che permette di passare velocemente dalla modalità desktop alla modalità tablet, tale feature sembra essere soggetta a rallentamenti con le animazioni che risultano non fluide o incoerenti con il comando dato.

Come premesso tutti questi malfunzionamenti saranno risolti da Microsoft con i prossimi minor update, quindi se anche voi riscontrate tali problematiche, la situazione tornerà alla normalità in pochi giorni/settimane.