Secondo le dichiarazioni di Mark Cerny, “System Architect” di PlayStation, quando si tratta di un gioco non ottimizzato per PlayStation 4 Pro, la GPU della console si attiva solo in parte, mettendo in azione una configurazione hardware perfettamente corrispondente a quella della PlayStation 4 standard e riducendo la velocità di clock ai livelli di quest’ultima.

In questo modo si ha la certezza della compatibilità totale anche con i titoli che sono stati studiati per l’hardware “vecchio”, ma ovviamente, non si ha nessun vantaggio nel far funzionare i giochi non ottimizzati per il nuovo hardware su PlayStation 4 Pro.