Phil Spencer ha spiegato perché non ci sarà lo split screen in Halo 5: Guardians, sembra che la funzione sia utilizzata da un numero esiguo di utenti e quindi era controproducente inserirla nel gioco. Leggiamo le parole di Spencer.

I team di sviluppo decidono il grado di complessità che vogliono raggiungere con il loro prodotto su di un singolo hardware. Guardiamo alla diffusione di Xbox LIVE oggi e a come gli utenti giocano online: ognuno a casa propria. È così che si svolge la stragrande maggioranza del multiplayer cooperativo. Con Halo 5: Guardians, il team voleva concentrarsi davvero sul realizzare la migliore esperienza possibile, sia visivamente su di un singolo schermo che nel complesso.

Penso che gli sviluppatori abbiano preso una decisione basandosi su ciò che succede nel mercato videoludico oggi e su cosa volevano fare con il gioco. Adoro la nostalgia del multiplayer cooperativo in locale per cui Halo era celebre in passato, ma so anche che al giorno d’oggi, con le vite frenetiche che facciamo, non è facile riunirsi tutti nello stesso posto. E far sì che si possa giocare ugualmente insieme è uno dei vantaggi che ovviamente Xbox LIVE offre.

halo 5 guardians wallpaper 12