Phil Spencer: Sony paga per ottenere accordi con le terze parti

Phil Spencer

Durante un’intervista rilasciata a Gamespot, Phil Spencer ha affermato che gli accordi di terze parti non vanno a facilitare positivamente una software house in base alle percentuali di mercato del prodotto finale, ma Sony, negli ultimi tempi, ha pagato per avere accordi con le compagnie di terze parti.

Il riferimento viene fatto con titoli come Final Fantasy VII, esclusiva temporale Sony, i contenuti di Call of Duty: Black Ops 3 e Shenmue III.

Microsoft invece, come accennato durante la Gamescom 2015, ha intenzione di focalizzarsi sui titoli interni. Spencer afferma che questa strategia risulta essere più dispendiosa, sopratutto dal punto di vista creativo; il boss di Xbox conclude dicendo che comunque Sony possiede parecchi titoli first party, ma la sua società sta lavorando intensamente con i propri team interni, il tutto viene dimostrato con Quantum Break, Scalebound, Forza Motorsport 6 e Halo Wars.