Phil Rogers di Square Enix, svela i dettagli dell’esclusività di Rise of the Tomb Rider

Che Rise of the Tomb Rider sia un’esclusiva temporale è ormai cosa nota, mancavano però alcuni parametri per far luce sulla vicenda. A tal proposito ci ha pensato Phil Rogers di Square Enix, che in un’intervista su Game Informer, ha chiarito tutti i dettagli riguardanti la vicenda. Ora possiamo farci un’idea più precisa:  Microsoft ha appoggiato, attraverso rapporti molto stretti, l’intera visione del reboot di Rise of the Tomb Rider, talmente drastico da aver provocato anche dissidi all’interno della stessa Square Enix. Rogers specifica anche che la scelta di avere un rapporto di esclusività non è stata semplice, ma sicuramente è stata del tutto naturale.

“I nostri amici in Microsoft hanno sempre visto un enorme potenziale in Tomb Raider, hanno creduto nella nostra visione fin dall’inizio, quando lo abbiamo presentato all’E3 2011. Sapevamo che il loro supporto sarebbe stato ben maggiore rispetto al passato, crediamo che questo sia il passo giusto per rendere Tomb Raider uno dei migliori brand nel mondo del gaming, con l’aiuto di Microsoft”.

Rise of the Tomb Raider-02