Sean Murray, boss di Hello Games, ha svelato alcuni interessanti retroscena sullo sviluppo di No Man’s Sky. Sembra che dietro le quinte si sia combattuta una battaglia legale con Sky che possiede la parola “Sky” e non voleva fosse usata per il gioco. La multinazionale aveva intrapreso una causa simile contro Microsoft e l’aveva costretta a cambiare il nome del suo servizio di cloud, da SkyDrive ad OneDrive.

Fortunatamente la causa è stata vinta da Hello Games e il gioco manterrà il nome originale. Potrebbe esser stata questa la causa del rinvio? L’ipotesi non è astrusa, poiché gli sviluppatori potevano esser costretti a cambiare il nome al prodotto una volta lanciato. Un disastro incalcolabile.

no-man's-sky1