L’E3 2016 di Ubisoft sarà davvero caldo, al pari forse di quello di EA, Microsoft, Sony e Bethesda. Stranamente, però, non è circolato un numero eccessivo di rumor (per non dire nessuno) in merito all’evento che si terrà il 13 giugno alle ore 22:00 italiane. Questo può significare solo due cose, o Ubisoft ha fatto un buon lavoro ed è riuscita a contenere la fuoriuscita d’informazioni oppure i giochi che verranno mostrati durante la sua conferenza li conosciamo già tutti. Ecco le nostre certezze e le nostre ipotesi.

Da Chicago a San Francisco: Watch Dogs 2

Capiamo ben poco tutta questa fervida volontà di voler presentare i giochi poco prima dell’inizio dell’E3. È per la paura dei leak? Perché non c’è molto tempo per far vedere tutto? Qualsiasi sia la ragione, Watch Dogs 2 è già stato mostrato ampiamente qualche giorno fa, ma comunque farà la parte del leone alla conferenza di Ubisoft. Il gioco lascia la futuribile città di Chicago e cambia anche protagonista, non c’è più Aiden Pearce (che non ci è mai piaciuto più di tanto), ma Marcus Holloway, un atletico hacker di colore. Il nuovo personaggio principale non è stato accolto molto positivamente dall’utenza in generale, soprattutto per il suo stile più “street boy” e meno serioso, tuttavia secondo il nostro parere quella di Ubisoft potrebbe rivelarsi una scelta assennata, soprattutto perché in Watch Dogs 2 si parla di libertà ed hacking. Dalla presentazione ufficiale del prodotto si percepisce che le ambizioni sono cresciute: d’ora in poi ci saranno infinite possibilità di violare i dispositivi elettronici e i movimenti sono stati fluidificati grazie all’utilizzo del parkour (una costante, diremmo, negli action open world della casa francese). Attendiamo di vedere qualcosuccia in più, anche se ormai l’hype è decisamente sfumato.

Una lineup di ferro: South Park, Ghost Recon: Wildlands e For Honor

Sul palco moderato dalla ruggente Aisha Tyler verranno mostrati una serie di giochi di grande calibro che, speriamo, potranno avere anche una data d’uscita. Cominciamo con il dissacrante South Park: The Fractured But Whole, seguito di The Stick of Truth il quale aveva riscosso un grande successo sia tra i fan della serie di Matt Stone e Trey Parker che tra i profani. La nuova avventura riprenderà quasi certamente l’impianto del gameplay da jRPG e lo infarcirà di ironia, blasfemia e citazionismo sfrenato, anche per questo non vediamo l’ora di rincontrare Cartman e la sua combriccola.
Si andrà poi di Ghost Recon: Wildlands, ennesimo capitolo della saga TPS dall’alterna fortuna. Wildlands si sposta in Sud America, più precisamente in Bolivia, dove la popolazione è soggiogata dai miliziani dei signori della droga locali. Il gioco sembra voler abbracciare una filosofia open world, ma non possiamo fare a meno di rimanere dubbiosi, almeno fino a che non scopriremo qualcosa in più. In questo senso il palco di Ubisoft potrebbe essere (e quasi certamente sarà) l’occasione adatta.
In ultimo ma non per importanza, ci sarà anche For Honor. Voci certe dicono che la campagna singleplayer sarà giocabile sullo showfloor, è lecito quindi aspettarsi che all’evento ci si focalizzerà proprio su questa modalità. Curiosi di scoprire come saranno ripensate le peculiarità del gameplay da mosuou fuso con un action game in una versione contro l’IA, siamo altrettanto speranzosi di vedere una nuova fazione oltre ai cavalieri, i vichinghi e i samurai.

Le sorprese

Beyond Good & Evil 2

Come scritto in apertura non ci sono dei veri e propri rumor attendibili sull’evento di Ubisoft, c’è però qualche carta che, pensiamo, possa essere giocata dalla società. Molto probabilmente verrà presentato un nuovo Just Dance, con tanto di schiera di ballerini che si esibiranno sul palco. Un’altra possibile sorpresa potrebbe essere la rivelazione di un nuovo Splinter Cell: un prequel con un Sam Fisher più giovane o un nuovo capitolo con un protagonista vegliardo? Dubitiamo possa essere realmente presentato ma chi lo sa.
Continuiamo con le speculazioni, ma in questo caso neanche tanto. The Division sarà sicuramente uno dei protagonisti, ma cosa verrà mostrato? Noi pensiamo un nuovo DLC corposo, magari qualcosa in grado di ridestare l’attenzione parzialmente sopita degli utenti.
Proviamo, invece, a rompere la barriera dell’inverosimile: Ubisoft ha detto che non avrebbe fatto uscire nessun Assassin’s Creed ma non ha mai detto che non avrebbe mostrato niente. Le possibilità son quasi nulle, eppure abbiamo il sentore che si potrebbe intravedere un nuovo titolo della serie (magari semplicemente con un teaser) che poi verrà fatto uscire a metà dell’anno prossimo. E se non verrà annunciato un nuovo gioco con gli Assassini magari potremmo vedere una IP nuova di pacca, un Far Cry della serie principale o addirittura il leggendario Beyond Good & Evil 2. Tutte semplici illazioni, lo ripetiamo, e per conferme o smentito non possiamo che aspettare l’evento.

La lista dei giochi mostrati e i nostri pronostici più o meno sensati finiscono qua, citiamo ora, per dovere di completezza, Eagle Flight, videogioco per la realtà virtuale che potrebbe essere accompagnato da altri suoi simili (come Star Trek Bridge Crew, recentemente annunciato), ma per quanto riguarda i nomi importanti dovremmo esserci. Vi ricordiamo che gli interessati possono seguire la conferenza sul canale Twitch ufficiale di Ubisoft il 13 giugno alle ore 18:30 italiane, mentre noi di Gamesquare.it procederemo con il nostro completo coverage dell’E3 2016.